SASSI KULT MATERA
 Cerca nel sito
 Iscriviti alla Newsletter
HOME   |   RETE SOCIALE   |   MATERA   |   CULTURA   |   FORUM   |   PARTECIPA   |   VIDEO CONTATTI
 
RETE SOCIALE > Ambiente    
RETE SOCIALE
Incenerimento rifiuti: da parte di Italcementi nulla è cambiato 01/11/2015  
1 novembre 2015 - Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale
Dopo la nota di qualche giorno fa della multinazionale Italcementi, riguardo la convenienza nell’incenerire rifiuti nel ciclo produttivo, mi è sembrato di aver riletto pari pari un comunicato stampa del giugno 2013, come se nel frattempo nulla fosse avvenuto, e la prima cosa che mi è venuta da dire è stato: nulla è cambiato. >> Leggi tutto
Interrogazione su Italcementi - Consigliere Regionale Giovanni Perrino 13/10/2015  
Ing. Giovanni Perrino - Consigliere Regionale
Interrogazione a risposta immediata (art. 103 del Reg. del Cons. Reg.). Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) richiesta dal Gruppo Italcementi S.p.A. per incrementare da 12 mila a 60 mila le tonnellate di rifiuti all’anno da bruciare come combustibile nella Cementeria ricadente nel Comune di Matera, località Trasanello snc. >> Leggi Tutto
Comunicato Stampa incremento combustibile Css Italcementi Matera 12/10/2015  
Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
A due anni dalla cosiddetta Mozione Italcementi del 04 giugno 2013, il Comune di Matera, l’8 ottobre 2015, è stato convocato dalla Regione Basilicata, Ufficio Ambiente, in conferenza di servizi per esprimersi su ampliamenti, adeguamenti impiantistici e sull’incremento di 60.000 tonnellate/anno di CSS (Combustibile solido secondario), che vanno aggiunti agli altri combustibili ancora in uso dall’Italcementi quali pet-coke, pneumatici, materiali plastici ed altro.

Alla conferenza di servizi erano presenti i tecnici dell’Italcementi, il Comune di Matera, il Comune di Santeramo, la Provincia di Matera, l’Arpab e i funzionari dell’Ufficio ambiente della Regione Basilicata.
Sento il bisogno di comunicare perché avverto una sensazione negativa. >> Leggi tutto
Lettera all’assessore all’Ambiente e Territorio Dott. Aldo BERLINGUER 27/01/2014  
Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
Il quattro giugno 2013, ci fu una Mozione Urgente nel Consiglio Comunale di Matera, che mi vide primo firmatario, la quale portò all’attenzione della nostra Comunità la questione del cementificio ITALCEMENTI.

Da allora, non molto è stato fatto, i protocolli sottoscritti stentano ad essere attuati, l’ITALCEMENTI continua a produrre ed emettere fumi, l’assenza di un monitoraggio efficace, nulla ci fa sapere sulle quantità di inquinanti emessi dal ’94 ad oggi, sugli effetti ambientali e sulla salute umana, sulla quantità di Diossina, sulle sostanze clorurate PCB, sui metalli pesanti, e sul perché devono essere usati come combustibile i pneumatici, il Pet-coke ( meglio noto come la feccia del petrolio), unitamente alla recente richiesta di bruciare 60.000 t/anno di combustibile derivato dai rifiuti. >> Leggi tutto
La Festa della Bruna e la rinnovata cementeria Italcementi 27/06/2011  
Matera Cambia - Movimento politico per Matera
La perdurante passerella che il sindaco di Matera percorre accompagnata dallo slogan “In cammino Matera 2019”, è arrivata finalmente ad una tappa importante.

E’ presente infatti in molti esercizi commerciali e punti di distribuzione il volantino ufficiale targato Comune di Matera che presenta il programma della Festa della Bruna per il 2011.

Si tratta di una tappa importante perché per la prima volta dal 1389 nel programma dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Bruna compare per il 30 giugno 2011 alle ore 17.00 l’inaugurazione di una cementeria, o meglio, come recita testualmente il volantino: l’inaugurazione della rinnovata cementeria Italcementi. >> Leggi tutto
AIA Italcementi Matera AIA Italcementi Matera
Comune di Matera - Programma Festa della Bruna 2011 Comune di Matera - Programma Festa della Bruna 2011
Le 10 domande all’Italcementi di Matera 26/06/2013  
Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
Come primo firmatario della cosiddetta MOZIONE ITALCEMENTI del 04 giugno, e alla luce di quanto discusso in Consiglio Comunale, il 20 giugno, e nell’audizione dei vertici tecnici dell’ITALCEMENTI in Commissione Ambiente del 25 giugno, vi scrivo per chiedere ai protagonisti istituzionali incaricati di esprimersi e rilasciare autorizzazioni, innanzitutto chiarezza e fermezza , in quanto questa vicenda interessa non solo la tutela dell’ambiente, ma in modo più ampio e concreto la salute pubblica dei nostri concittadini. >> Leggi tutto
Impediamo che Matera diventi una Tamburi n. 2 25/06/2013  
Il comitato civico No inceneritore a Matera - Mento sul Cemento, che riunisce cittadini e associazioni materane, rivolge al Presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana, Ing. Pellecchia, al Presidente della Provincia di Matera, dott. Stella ed al Sindaco di Matera, Sen. Adduce, la seguente lettera-appello.

Lo scrivente comitato civico No inceneritore a Matera - Mento sul Cemento, che riunisce cittadini e associazioni materane, rivolge alle SS.LL. in indirizzo la presente "lettera-appello" nell’intento di sollecitare una Vostra piena presa di posizione nei confronti della richiesta di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA e VIA) presentata lo scorso 17 maggio dal Gruppo Italcementi S.p.A. al competente ufficio della Regione Basilicata e finalizzata ad incrementare da 16 mila fino a 60 mila le tonnellate di rifiuti da incenerire nell’impianto sito in Località Trasanello a Matera. >> Leggi tutto
Consiglio Comunale sulla questione incenerimento rifiuti Italcementi 17/06/2013  

Martedì 18 Giugno 2013 alle ore 16.00 presso la Sala Pasolini nel Centro Commerciale in via Sallustio a Matera è convocato il Consiglio Comunale che ha all’ordine del giorno la discussione della mozione presentata da diversi Consiglieri in merito alla richiesta di Italcementi di integrare il processo di incenerimento rifiuti a fini, secondo quanto dice l’azienda, di recupero degli stessi.

Essendo la questione di particolare importanza invitiamo i cittadini a seguire questo Consiglio Comunale direttamente sul posto o vederlo attraverso la registrazione video sul web. (qui e qui)

Vi diamo questa informazione in quanto il Comune di Matera sul proprio sito - www.comune.mt.it/it/consiglio-comunale -, oggi non fornisce più notizie sui Consigli Comunali. Nel 2013 è menzionato solo la seduta del 15 aprile scorso. Per evitare false correzioni postume alla presente, vi alleghiamo copia attuale la pagina del sito del comune.mt.it come si presenta alle ore 12.00 AM del 17.06.2013. >> Leggi la mozione dei Consiglieri
Roberto Cifarelli su inquinamento dei torrenti Jesce e Gravina 28/01/2010  
Roberto Cifarelli “Seppure a passi troppo lenti, qualcosa si muove”.
E’ questo il commento del Presidente del Parco della Murgia Materana Roberto Cifarelli a seguito dell’incontro tenutosi nella giornata di ieri presso la sede regionale di Matera per discutere su come risolvere il problema del grave inquinamento dei torrenti Jesce e Gravina e che induce l’Ente a disdire la conferenza stampa già convocata sull’argomento per il prossimo 30 gennaio. >> Leggi Tutto
Le scelte della Val D’Agri 23/01/2010  
WWF Basilicata
Il WWF Basilicata, nel recente Incontro dibattito a Villa d’Agri, sul petrolio e monitoraggio ambientale con i cittadini e le istituzioni dell’8.1.2010, ha esibito ed illustrato i dati del monitoraggio del centro olio nell’ultimo anno, ponendo nella relazione di apertura delle precise domande >> Leggi Tutto
Caccia, ira delle associazioni per approvazione della caccia senza limiti 28/01/2010  
AMICI DELLA TERRA, ANIMALISTI ITALIANI, ENPA, FARE VERDE, GREENPEACE, LAC, LAV, LEGAMBIENTE, LIDA, LIPU - BIRDLIFE ITALIA, MEMENTO NATURAE, NO ALLA CACCIA, OIPA, ASS. VITTIME DELLA CACCIA, VAS, WWF ITALIA
Decisione vergognosa. Presi in giro milioni di italiani. Ora risposte da Ronchi e Berluscon”. Comincia la mobilitazione per battaglia epocale alla Camera
Ciò che è accaduto oggi in aula del Senato ha del vergognoso nei confronti dell’Europa, che è stata bellamente raggirata, ma soprattutto della natura e dei cittadini italiani, a cui qualcuno dovrà spiegare che la caccia e i fucili vengono prima di tutto. E’ la dichiarazione a caldo delle associazioni all’approvazione dell’articolo 38 della legge Comunitaria che, tra le altre cose, cancella i limiti della stagione venatoria attualmente contenuti tra il 1° settembre e il 31 gennaio. >> Leggi Tutto
Fermare le trivellazioni nel Metapontino 02/10/2009  
No Scorie Trisaia - La Grande Lucania
A Policoro e nel Metapontino si estrae gas da circa un ventennio senza che il Comune e i suoi abitanti ne traggano benefici; anzi ne subiscono l’inquinamento dell’aria, delle falde idriche e in futuro potrebbero verificarsi nelle vicinanze dei pozzi pericolosi fenomeni di subsidenza. La subsidenza provoca un abbassamento del suolo (pericolosi vicino a case, centri urbani, fiumi e in riva al mare), con possibili smottamenti, frane e alluvioni. >> Leggi Tutto
Lettera al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano 02/10/2009  
No Scorie Trisaia
Egregio Presidente, chi Le scrive è un movimento di cittadini nato all’indomani della mobilitazione pacifica popolare lucana del 2003, contro la decisione imposta dall’alto, e senza condivisione con gli abitanti del luogo, di realizzare a Scanzano Jonico, in Basilicata, il deposito nazionale di scorie radioattive.La Basilicata è la regione d’Italia che Lei si appresta a visitare 107 anni dopo il prestigioso viaggio del primo ministro del Regno d’Italia, Giuseppe Zanardelli. Questo movimento è rimasto in questi anni ad osservare come le multinazionali dell’energia, i potentati economici e la politica regionale e nazionale si siano mosse sul territorio lucano che, come ben saprà, è oggetto di una ampia coltivazione mineraria, sia petrolifera che di metano. Qui si estrae circa l’80 per cento del petrolio e del gas coltivato in Italia, corrispondenti a circa il 30 per cento del fabbisogno energetico nazionale. >> Leggi Tutto
Esposto per lavori di sbancamento sul torrente Sarmento 18/07/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
La Ola, in relazione a lavori di sbancamento della parte inferiore di Timpa dei Preti, nel territorio comunale di Noepoli (PZ - Basilicata), riguardanti la sponda sinistra del Torrente Sarmento affluente del fiume Sinni (Basilicata), in una nota inviata all’Ente Parco del Pollino, al Ministero dell’Ambiente ed al Corpo Forestale dello Stato ha chiesto l’immediata sospensione dei lavori consistenti in una vasta spianata operata con ruspe e pale meccaniche con taglio totale della vegetazione arbustiva ed arborea inclusa nel perimetro del parco nazionale del Pollino ricadente in zona 1 (fascia del Torrente Sarmento). >> Leggi Tutto
Salviamo il paesaggio della Val Sarmento 17/07/2009  

Annibale Formica
Il paesaggio naturale della Val Sarmento sta subendo, in questi giorni, una trasformazione. Da notizie di stampa apprendo che nel versante lucano del Pollino, il più grande parco nazionale d’Italia, si sta tentando la sfida di far convivere ambienti incontaminati con “l’arte contemporanea più raffinata”. Si sta per trasformare monumenti naturali importanti del nostro territorio; si sta per incidere sui “documenti storici” della nostra esistenza in Val Sarmento. Vedo, intanto, un grande sbancamento che ha già mutato l’immagine originaria del fosso Mistro sotto la Timpa dei Preti nel territorio di Noepoli. >> Leggi Tutto
Italcementi il mecenate 09/07/2009  
Mutamenti a mezzogiorno
Vent’anni fa la legambiente denunciava una serie di discariche abusive nel territorio della murgia materana sottoposto a tutela dalla legge Galasso e dalla legge Merli per quanto riguarda la tutela delle acque. Tra le tante segnalazioni vi era quella della ditta COCEMA la quale scaricava i suoi scarti di lavorazione lungo il costone della Gravina di Matera in località San Vito. Successivamente la Procura, al contrario del comune, intervenne con il sequestro dell’area. Qualche anno dopo la ditta fu condannata al ripristino ambientale. >> Leggi Tutto
Mini dossier sul cementificio Italcementi di Matera 11/07/2009  
Legambiente Matera
Paese che vai, usanza che trovi!
Finalmente è possibile consultare online le schede ambientali di ogni singolo impianto, ed in particolare i valori medi annui delle concentrazioni degli inquinanti rilevati dal sistema di analisi registrati nel corso del 2007.

Perché Paese che vai, usanza che trovi?
Perché i valori limiti imposti a Calusco d’Adda sono minori dei valori limiti di Matera?
Perché in ogni impianto i valori limiti sono differenti tra loro?
Eppure la legge è la stessa, ma l’impianto di Matera sarebbe fuori norma se installato a Calusco d’Adda, oppure l’impianto di Samatzai sarebbe fuori norma se installato a Matera e figuriamoci se installato a Calusco d’Adda. >> Leggi Tutto
Acqua, dalle trivelle che insediano l’acqua delle dighe, al business delle privatizzazioni 05/07/2009  
NOSCORIE TRISAIA
Prendiamo Spunto dalla volontà del presidente De Filippo che vuole rivedere con un tavolo tecnico la gestione delle acque lucane in ottica di risparmio ed efficienza per ribadire che le nostre acque vanno tutelate e devono rimanere di gestione pubblica. Siamo però alquanto preoccupati per il modo come si tratta questo bene comune. Ci riferiamo alle nuove richieste di trivellazione nel comune di Viggiano vicino a poche centinaia di metri dalla diga del Pertusillo e a quelle nel comune di Marsico Nuovo. Le trivellazioni vicino alle dighe sono estremamente pericolose per gli incidenti che possono accadere e per il pesante impatto ambientale delle lavorazioni petrolifere. >> Leggi Tutto
Italcementi Matera, Cifarelli (Parco Murgia) scrive a De Filippo 30/06/2009  
Con una lettera inviata al Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo, all’Assessore all’Ambiente Enzo Santochirico, al Presidente della Provincia Franco Stella, al Sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico ed alla società Italcementi SpA, il presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana, Roberto Cifarelli è tornato sull’intervento di revamping in corso di esecuzione in Contrada Trasanello a Matera.
“Credo che l’imponente intervento che Italcementi SpA ha in corso di esecuzione da oltre un anno presso il proprio stabilimento di Contrada Trasanello a Matera, a pochi chilometri dal centro abitato, al confine del Parco Regionale della Murgia Materana ed in pieno Sito di Interesse Comunitario – Zona di Protezione Speciale, meriti un approfondito chiarimento nell’interesse delle popolazioni murgiane, dei lavoratori, della tutela delle specie animali e vegetali e della stessa Italcementi SpA. >> Leggi Tutto
Monitoraggi, ora a pagare siano le poltrone 01/07/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
A distanza di oltre 10 anni dall’apertura dei pozzi di petrolio in Val d’Agri è comparso, finalmente, qualche dato relativo al monitoraggio di uno degli inquinanti più pericolosi legati all’estrazione del petrolio: l’H2S, o meglio conosciuto come Idrogeno Solforato. Dal 28 Maggio scorso, infatti, - sul sito internet dell’Arpab - sono stati pubblicati i risultati dei monitoraggi effettuati dal 2008 in poi.
>> Leggi Tutto
Ercole, il gas di Policoro e Marinagri 01/06/2009  
NOSCORIE TRISAIA
Il riferimento alla mitologia greca del leggendario Ercole che trafigge il leone romano è il simbolo della città di Policoro. Ma il leone romano ai giorni nostri è diventato il drago a sei zampe che sputa fuoco, ossia il simbolo delle società petrolifere. Policoro vanta il triste primato di essere interessata da tre concessioni petrolifere. Nella concessione Policoro dalla Gas Plus, nella concessione Tempa la Petrosa dalla Total e nel mar Jonio (zona DR 148) dalla Appennine Srl che è subentrata alla Consul Service Srl. >> Leggi Tutto
Quattro condizioni prima di estrarre petrolio in Basilicata 25/05/2009  
NOSCORIE TRISAIA
QUATTRO CONDIZIONI PER RISPETTARE L’AMBIENTE, LE ECONOMIE LOCALI E LA SALUTE DEI CITTADINI PRIMA DI ESTRARRE PETROLIO IN BASILICATA
Il petrolio si trova in molte parti d’Italia. Le aziende petrolifere preferiscono, però estrarlo dove qualcuno lo permette e dove costa meno, come in Basilicata, dove purtroppo la Regione Basilicata ed il Governo centrale hanno autorizzato molte trivellazioni. Enrico Mattei, negli anni 50, quando scoprì il petrolio in Basilicata fu colpito dalle condizioni di povertà delle popolazioni locali e in cuor suo aveva un progetto di sviluppo per i lucani legato alle estrazioni petrolifere. Ma questa è un’altra storia. Allo stato attuale intanto lo Stato affida il tema delle scelte sulle estrazioni petrolifere in mano alle società private che rischiano di sconvolgere non solo la Costituzione ma anche i principi Federalisti che in realtà sono un liberismo sfrenato. >> Leggi Tutto
Giornata mondiale della Biodiversità 21/05/2009  
WWF Italia
In occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità il WWF (che aveva stilato nel 1998 per conto del Ministero del Ricerca Scientifica la prima Lista Rossa delle specie minacciate di estinzione) ha definito una prima Lista delle specie simbolo italiane messe a rischio dal consumo e frammentazione del territorio, dai cambiamenti climatici e dalla caccia per le quali poco o niente vien fatto per salvarle, né come strategia né come risorse dedicate. Lontre, lupi, orsi, pipistrelli, aquile del Bonelli, capovaccai, grifoni, gipeti, galline prataiole, anatre marmorizzate, tartarughe marine, pesci d’acqua dolce continuano a rarefarsi a causa dell’incessante attacco al loro territorio o direttamente per mezzo di lacci, trappole, veleni, doppiette fuori controllo. >> Leggi Tutto
Cementificio di Matera: OLA chiede garanzie all’assessore Santochirico 08/05/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
La cronaca del recente incidente di un Tir ribaltatosi sulla SS7 Matera-Laterza, davanti allo stabilimento Italcementi, riporta in auge la problematica del funzionamento del Cementificio di Matera, che ha sollevato e continua a sollevare molti dubbi circa la pericolosità delle emissioni in atmosfera, dovute dal mix di combustibili che ivi sarebbero utilizzati. Da notizie riportate sul Il Quotidiano della Basilicata - del 6 Maggio scorso - si rileva, infatti, come - a seguito dell’incidente - sarebbero stato riversato sull’asfalto e su un terreno adiacente un “miscuglio” non meglio specificato di “carbone e petrolio”. >> Leggi Tutto
Earth Day 2009 - Giornata Mondiale della Terra 22/04/2009  
WWF: DALLA NATURA SERVIZI GRATIS PER TUTTI
Atmosfera, cibo, medicine, acqua, materie prime: 5 buoni motivi per rispettare e tutelare la natura
Dal 1970, il 22 aprile di ogni anno, quasi mezzo miliardo di persone in 174 Paesi celebra il compleanno di Madre Terra. Per il WWF è un’occasione per riflettere su quanto la natura sia essenziale per la sopravvivenza della specie umana. Laddove la natura è degradata aumenta la propria vulnerabilità e diminuisce drasticamente la capacità di reazione ai cambiamenti con gravi ricadute anche sui sistemi sociali. La recente flessione dell’economia mondiale rappresenta un duro monito sulle conseguenze del vivere al di sopra dei propri mezzi: ma questa crisi è nulla se confrontata agli effetti della silenziosa distruzione dell’ambiente e della biodiversità. >> Leggi Tutto
Cresce il numero di iscritti al Circolo Legambiente di Montalbano 27/03/2009  
Circolo Legambiente di Montalbano
Si è conclusa lo scorso mese la campagna di adesione al Circolo Legambiente di Montalbano, che il prossimo anno festeggerà un decennio di attività nella cittadina metapontina per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente. Quest’anno i soci - tutti regolarmente iscritti con tessera annuale all’Associazione nazionale - sono 50, numero non trascurabile per un paese in spopolamento che conta meno di 8.000 abitanti. >> Leggi Tutto
Troppi i silenzi sulla bonifica dell’area industriale di Tito 24/03/2009  

OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Il comunicato stampa di Confindustria Basilicata sull’area industriale di Tito Scalo - diffuso a mezzo stampa in data 24 Marzo 2009 - riapre perentoriamente il dibattito intorno ai “veleni”, industriali e non, presenti nell’area dell’Ex-Liquichimica, dichiarata e perimetrata come Sito inquinato d’Interesse Nazionale con Decreto Ministeriale dell’8 Luglio 2002, emanato dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 231 del 2 Ottobre 2002. >> Leggi Tutto
S.O.S Oasi San Giuliano Matera 24/03/2009  
Legambiente, LIPU Nazionale, Altura - Ass. Naz.le per la protezione dei Rapaci e del loro ambiente, WWF Basilicata, Ass.ne Trkking Falco Naumanni Matera, Pio Abiusi
LE ATTIVITA’ NAUTICHE SONO INCOMPATIBILI CON LA RISERVA NATURALE
Finalmente il sogno trentennale di portare il divertimento nella Riserva Naturale di San Giuliano si stà avverando! Quello che non si è avverato purtroppo è il sogno di tanti che hanno sempre desiderato che l’oasi di San Giuliano fosse semplicemente un luogo dove la Natura è protetta sul serio, un luogo che, nei suoi pochi ettari di superficie, sia ambasciatore della biodiversità lucana e che possa allontanare l’antropofagia ambientale che oggi tutto divora sotto il segno del turismo! Il turismo ecologico, quello vero, non può e non deve essere una facile leva per scoperchiare e svendere senza un minimo pudore le bellezze recondite e ancestrali che ancora sopravvivono sul nostro territorio!
>> Leggi Tutto
WWF - EARTH HOUR - L’ORA DELLA TERRA 13/03/2009  
IL 28 MARZO DALLE 20,30 ALLE 21,30 IL PIANETA SI SPEGNE. PASSAPAROLA
Si annuncia come il più grande evento di partecipazione sociale mai avvenuto, grazie al web e al social network centinaia di migliaia di persone aderiscono e si impegnano a spegnere le luci per un’ora il 28 marzo. L’onda cresce e si punta a coinvolgere un miliardo di cittadini in tutto il mondo.
>> Leggi Tutto
Le parabole del tutt’apposto! Comincia da qui il Vangelo secondo Vito 27/02/2009  
Pietro Dommarco Presidente della OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
A parte qualche nota stonata, non mi sembra di aver letto per agenzie e quotidiani, alcuna risposta decisa e concreta all’ultimo discorso del presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo. Le parole del Governatore "texano" risuonano come l’ennesima beffa che siamo costretti a subire, nella complicità generale di un Consiglio Regionale a dir poco tragicomico. Sembra essere ritornati ai tempi della "propaganda utopica dell’isola felice", condita da convinzioni politiche, da un verbo che non trova nessun riscontro nella società reale, oltre che dal tentativo di far passare, sul piano collettivo, l’unicità di questo pensiero. >> Leggi Tutto
Un’altra Lucania è possibile, un’altra Lucania è necessaria 26/02/2009  
Vito Mazzilli - Presidente WWF Basilicata
In occasione della manifestazione indetta dal comitato No Oil Lucania che si svolgerà a Villa d’Agri il 28.2.09, il WWF, che ha dato al sua adesione, vuole ribadire le proprie preoccupazioni per il territorio della Val d’Agri, anche in relazione alle recenti dichiarazioni programmatiche del Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo che nella sua relazione al Consiglio Regionale sul petrolio, non ha mai citato il Parco nazionale della Val d’Agri, puntando sostanzialmente per il futuro delle aree interessate dalle estrazioni sulla creazione di un distretto energetico con tanto di nuovi insediamenti produttivi. >> Leggi Tutto
Discarica di Moliterno: la Regione non autorizzi l’ampliamento di 40.000 mc 24/02/2009  
Vito Mazzilli - Presidente WWF Basilicata
Il WWF ha inviato oggi una nota alla Regione Basilicata e per conoscenza al Ministero dell’Ambiente chiedendo che l’Ufficio Compatibilità Ambientale della Regione respinga l’istanza di scooping presentata dalla Comunità Montana della Val d’Agri relativa all’autorizzazione integrata ambientale ed alla valutazione d’impatto ambientale del progetto relativo all’ampliamento della discarica sita in località Tempa la Guarrella di Moliterno per 40.000 mc in elevazione dell’attuale bacino.
>> Leggi Tutto
Dai Comuni in polvere, lettera al Presidente De Filippo 27/01/2009  
Pietro Dommarco
Presidente di OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Egregio Presidente Vito De Filippo,
Le scrivo in seguito alla trasmissione televisiva "Ambiente Italia", andata in onda su Rai Tre, Sabato 24 Gennaio 2009, nella quale si parlava della "gruviera" Basilicata e dell’assurdo binomio Petrolio-Parco Val d’Agri, che ancora oggi si tenta di sostenere. >> Leggi Tutto
Petrolio - Villa D’Agri, la Baku Lucana 26/01/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Qualche giorno fa la OLA - Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadina - ha denunciato, a mezzo stampa, l’assurda autorizzazione - da parte della Giunta Regionale della Basilicata - di messa in produzione di 4 nuovi pozzi petroliferi, ricadenti nel perimetro del Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese. >> Leggi Tutto
La Valbasento tra gas, rifiuti tossici e sindaci smemorati 16/01/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
In seguito alle dichiarazioni del Sindaco di Ferrandina, Raffaele Domenico Ricchiuti, rilasciate nell’edizione serale del Tg3 Basilicata, in data 14 Gennaio 2009, la OLA (Organizzazione Lucana Ambientalista) - Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini - intende ritornare perentoriamente sulla questione del progetto Geogastock Spa. >> Leggi Tutto
Parco della Val d’Agri - Veleni nella sorgente Acqua dell’Abete 12/01/2009  

OLA Organizzazione Lucana Ambientalista - Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini - denuncia l’ennesimo grave inquinamento ambientale nel Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese.

Da varie segnalazioni, fonti giornalistiche locali (Il Giornale di Calvello - Anno 1 n.5 Dicembre 2008) e sopralluoghi effettuati si è constatato che, con provvedimento del NOE (Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri) e del Corpo Forestale dello Stato è stata posta sotto sequestro – in data 28 Novembre 2008 - l’area attrezzata "Acqua dell’Abete", situata nel Comune di Calvello, ad oltre 1200 metri s.l.m. L’area si trova nel perimetro del Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese. >> Leggi Tutto
10 anni di effetti collaterali del petrolio in Val D’Agri 01/01/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Con l’inizio del nuovo anno e mentre la Basilicata diventa nei piani delle compagnie e del governatore “hub petrolifero”” e snodo energetico strategico d’Italia e d’Europa con pozzi, centri oli,gasdotti, oleodotti e campi di stoccaggio est-asiatici, la OLA invita i cittadini a rileggere e riflettere sulla serie impressionante di incidenti petroliferi verificatisi negli anni compresi dal 1996 al 2008 durante l’estrazione e il trasporto del greggio. Molti incidenti risultano purtroppo non denunciati e per quelli noti sono in gran parte assenti relazioni ufficiali che dettagliano le cause, la tipologia dell’inquinamento, le sostanze immesse sul suolo, nell’aria, nell’acqua e nei prodotti agricoli e zootecnici esposti a tali sostanze. >> Leggi Tutto
Centrale del Mercure, l’Ente Parco bocci il progetto ENEL 07/01/2009  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
La OLA, Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini, chiede, pubblicamente, che l’Ente Parco Nazionale del Pollino si attivi presso la Direzione Protezione della Natura del Ministero dell’Ambiente affinché annulli il parere favorevole di Valutazione di Incidenza rilasciato all’Enel - per il nuovo progetto relativo alla centrale a biomasse del Mercure - con Determina Dirigenziale dell’Ufficio Compatibilità Ambientale dell’Assessorato Ambiente, Tutela del Territorio e Politiche della Sostenibilità della Regione Basilicata n.1532 del 13 ottobre 2008.
>> Leggi Tutto
Dibattito pubblico: Monitoraggio ambientale aree petrolifere 27/12/2008  
L’ASSOCIAZIONE CULTURALE EMANUELE 11 E 72 DI MARCONIA E’ LIETA DI INVITARVI AL DIBATTITO PUBBLICO: MONITORAGGIO AMBIENTALE AREE PETROLIFERE - AMBIENTE E SALUTE. DATI, ANALISI E IL POSSIBILE IMPATTO.

INTERVERRANNO:
- TONINO VALENTINO (presidio ospedaliero Madonna delle Grazie Matera)
- TRABACE TERESA (Agrobios Metaponto)
- ADDUCE SALVATORE (Agrobios Metaponto)
- ROSA PEDIO DIAMANTE (presidente Airc regione Basilicata)

IL DIBATTITO SI SVOLGERA’ IL 28 DICEMBRE 2008 E AVRA’ LUOGO PRESSO LA SALA CONVEGNI DELLA PARROCCHIA "SAN GIOVANNI BOSCO" IN MARCONIA DI PISTICCI (MT) A PARTIRE DALLE ORE 16:00
Puntare su energie rinnovabili e ambiente per un futuro della Basilicata 19/12/2008  
Vito Mazzilli - Presidente WWF Basilicata
Energie rinnovabili e tutela ambientale: è questa la ricetta del WWF per uscire dal tunnel buio che la Regione Basilicata sta attraversando tra lo sgomento dei suoi abitanti.
E’ necessario ora più che mai che la classe dirigente di questa regione sia capace di dare una visione di futuro ai cittadini di questa martoriata terra, - ha dichiarato Vito Mazzilli, Presidente Regionale del WWF, - e questo può avvenire solo se si punterà decisamente su una reale tutela del territorio e su una politica energetica basata sullo sviluppo equilibrato delle fonti energetiche rinnovabili , come i paesi più attenti, ed oggi Stati Uniti in testa, stanno già facendo. >> Leggi Tutto
Petrolio: danni all’ambiente e alla salute, l’altra faccia del malaffare 18/12/2008  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Sebbene gli ultimi fatti di cronaca giudiziaria sul presunto giro di tangenti ed appalti pilotati – nei quali sono coinvolti, tra altri noti e meno noti, l’Amministratore delegato di Total Italia, Lionel Levha (custodia cautelare) e il deputato del Pd, Salvatore Margiotta (per il quale la giunta per le autorizzazioni della Camera ha rigettato la richiesta di arresto) – non ci lasci indifferenti, nell’attesa di ulteriori sviluppi è importante evitare ogni forma indotta di "fumo negli occhi". >> Leggi Tutto
Kit desertificazione 03/12/2008  
Pietro Laureano
In allegato la versione italiana, realizzata da IPOGEA per il Ministero dell’Ambiente, di una parte del KIT UNESCO per la lotta alla desertificazione in cui è presentato il caso di studio di Matera come esperienza di successo. Il KIT completo è stato realizzato come strumento educativo per le scuole in 5 lingue ma non italiano e diffuso in tutti i paesi del mondo. >> Riferimenti
Ipogea - Kit desertificazione Ipogea - Kit desertificazione
Le politiche deleterie del governo in tema di energia 03/12/2008  
Giambattista Saponaro
Con il decreto legge 185/2008 approvato venerdì 28 novembre dal Governo italiano diventa più difficile usufruire delle detrazioni del 55% su Irpef e Iras per gli interventi di riqualificazione energetica.
Da ieri i privati e le imprese intenzionati a chiedere le detrazioni dovranno inviare una domanda telematica all’agenzia delle Entrate (oltre alla documentazione all’Enea che serviva fino all’approvazione del decreto legge) e sperare che i fondi stanziati non siano ancora terminati ma soprattutto che l’agenzia gli risponda, infatti pare che sia stato introdotto il silenzio dissenzo, cioè se l’agenzia non risponde entro 30 gg equivale ad un no! >> Leggi Tutto
Gestione rifiuti in Basilicata? Un suicidio ambientale! 27/12/2008  
WWF Basilicata
L’emergenza che nei giorni scorsi ha interessato Potenza con grandi quantità di rifiuti accumulati nelle strade della città, nonostante le rituali, rassicuranti dichiarazioni delle autorità, dovrebbe farci riflettere su quello che rappresenta il sistema di gestione dei rifiuti in Basilicata.
Un sistema ambientalmente ed economicamente insostenibile, basato essenzialmente sulla logica dello smaltimento e, quindi, lontanissimo dai principi sanciti dalla normativa europea e nazionale secondo i quali, una corretta gestione dei rifiuti deve passare in primo luogo attraverso politiche di prevenzione, in secondo dal recupero di materia e solo successivamente dal recupero di energia e quindi dallo smaltimento. >> Leggi Tutto
Centrali a biomassa incompatibili con il Parco del Pollino 24/11/2008  
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
La OLA ha appreso dal Comitato "NO Biomassa" di Teana che l’area dove dovrebbe sorgere la centrale a biomassa sarebbe priva di autorizzazioni e che gli uomini della forestale avrebbero sequestrato l’area. >> Leggi Tutto
Tutta un’altra scoria - Giornata di mobilitazione lucana 13/11/2008  
TUTTA UN’ALTRA SCORIA? - Giornata di Mobilitazione Lucana
a 5 anni dal Decreto Scanzano, un’altra inquietante minaccia per il territorio lucano:
"il neo-colonialismo petrolifero"
Sabato 15 novembre 2008 dalle ore 9.00 alle ore 18.00
METAPONTO s.s. 106 Tempio di Pitagora (Tavole Palatine)
Dibattiti, musiche, danze e spettacoli di Artisti vari alla presenza di Istituzioni, Uomini di Scienza e di Cultura. >> Leggi Tutto
Ci sono sostanze più dannose delle diossine 13/11/2008  
Giorgio Nebbia - La Gazzetta del Mezzogiorno
C’era un tempo in cui non si sapeva cosa fosse, eppure la diossina era intorno a noi da tanto. Poi venne il tempo in cui in alcune fabbriche, in Inghilterra, Germania, e poi in Italia a Meda, vicino Milano, ci si accorse che alcune reazioni chimiche generavano una strana sostanza. Che provocava la morte di animali e l’intossicazione e tumori nelle persone umane; “la diossina”, quella più tossica, è un membro di una famiglia di diecine di sostanze chimiche, "congeneri", che si formano quando il cloro si combina con altri composti chiamati fenoli; la più tossica delle diossine ha il nome complicato di tetracloro-dibenzo-para-diossina.
13.11.2008 - Giorgio Nebbia - La Gazzetta del Mezzogiorno 13.11.2008 - Giorgio Nebbia - La Gazzetta del Mezzogiorno
Parco Val D’Agri: quali sono i compiti del commissario? 10/11/2008  
Organizzazione Lucana Ambientalista
I partiti politici, presi forse dall’impeto della reazione federalista contro l’accentramento dei poteri statali o dalle ragioni opposte in difesa della nomina del Commissario del Parco della Val d’Agri-Lagonegrese, Domenico Totaro, si sono dimenticati proprio del Parco e della sua tutela. In verità, non se ne sono quasi mai preoccupati, presi in tutti questi anni, nell’atto del mercanteggiare con le compagnie le royalties del petrolio, ottenute in cambio delle autorizzazioni ambientali.
>> Leggi Tutto
Atella, nuova megadiscarica. Solidarietà ai cittadini 05/11/2008  
Organizzazione Lucana Ambientalista
Nonostante il deludente 5% di raccolta differenziata dichiarato dall’Amministrazione comunale, Atella ospiterà una nuova mega-discarica comprensoriale, prevista dal Piano Provinciale dei Rifiuti, che dovrà accogliere la "monnezza" dei Comuni di Atella, Rionero in Vulture, Ruvo del Monte, San Fele, Rapone e Barile. La nuova discarica di 90.000 metri cubi avrà un costo di oltre 2 milioni di euro. >> Leggi Tutto
Megastoccaggio gas russo in Val Basento 02/11/2008  
Organizzazione Lucana Ambientalista
Continua la politica del fatto compiuto
Si è appreso che la Commissione VIA del Ministero dell’Ambiente starebbe per rilasciare parere VIA favorevole per il mega stoccaggio di gas in Val Basento. Dopo lo stop al progetto del mega stoccaggio di gas da 1 miliardo di metri cubi, nei pozzi dismessi di petrolio e gas, in località Giugno Le Macine-Serra Pizzuta (Comuni di Salandra, Ferrandina e Pisticci), la Basilicata è sempre di più in mano ai grandi interessi delle multinazionali dell’energia - questa volta russe - confermandosi snodo energetico e di produzione di idrocarburi d’Italia e d’Europa. >> Leggi Tutto
Parco Val D’Agri, toccato il fondo del barile 31/10/2008  
Comunicato di Organizzazione Lucana Ambientalista
Il Parco Nazionale della Val d’Agri si avvia ad essere barattato con le royalties del petrolio?
Se lo chiede la OLA (Organizzazione Lucana Ambientalista) - Coordinamento apartitico Territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini - commentando la decisione della "ministra" all’Ambiente, Stefania Prestigiacomo. >> Leggi Tutto
Petrolio: nè Stato nè Regioni, decideranno i cittadini 26/10/2008  
Movimento NoScorie Trisaia - Organizzazione Lucana Ambientalista

Il ministero fa dietrofront sulla procedura di Via per le trivellazioni nello Jonio, per grosse lacune nella documentazione presentata dalla Consul Service srl, e la Regione - in una delle poche volte in cui è sfavorevole alle trivellazioni - riconosce che i luoghi non sono idonei alle estrazioni, per tutelare l’ambiente e il turismo del Metapontino. La procedura di Via Ministeriale (Ministero dell’Ambiente) era avviata da tempo e sicuramente la mobilitazione di questi ultimi giorni da parte delle associazioni e dei cittadini, ha messo in luce lo scellerato progetto. >> Leggi Tutto
Aggiornamento sulla qualità dell’aria nella città di Matera 19/10/2008  
A seguito dell’avviso circa la cappa maleodorante che abbiamo diffuso il giorno 8 ottobre ci sono pervenute oltre cento conferne attraverso colloqui diretti, per e-mail, per telefono, su quanto è stato segnalato con una distribuzione che va da Venusio fino alle stanze dell’ospedale di S. Maria delle Grazie.
Come aggiornamento vi invitiamo a guardare il video registrato dell’intervento del direttore di Italcementi Matera e un comunicato del Sindaco di Matera. >> Continua
Il servizio di TG3 Primo Piano - Parte Prima 14/10/2008  
La prima parte del servizio TG3 Primo Piano andato in onda il 14 ottobre 2008.

Le testimonianze del primario ematologo dell’ospedale di Taranto, dei lavoratori, degli amministratori. La situazione dalle campagne agli ospedali da Taranto a Lecce. >> Guarda il Filmato
Il servizio di TG3 Primo Piano - Parte Seconda 19/10/2008  
La multa di 600 milioni di euro dell’Unione Europea per l’inquinamento prodotto a Taranto.

Le testimonianze di cittadini associazioni, amministratori e del Presidente della Regione Puglia Niki Vendola. >> Guarda il Filmato
Le offese dopo le promesse 20/10/2008  
E’ straordinario come le stesse persone che un anno fa sono state imbottite di promesse dai candidati alle elezioni comunali, oggi, esprimendo una loro testimonianza, quella di chi abita nei quartieri oggetto del servizio, vengono pubblicamente chiamati bugiardi dal sig. Michele Casino, l’attuale assessore all’ambiente della giunta Buccico.

Il fatto ancora più straordinario è che nessuno tra rappresentanti di maggioranza e opposizione abbia speso una parola a favore di questi cittadini pubblicamente offesi. >> Guarda il filmato
ECOSISTEMA URBANO: Matera e Potenza risultati disastrosi 13/10/2008  
E’ bastato un solo anno per la città di MATERA per arrivare al 97° posto su 103 comuni capoluogo italiani perdendo 47 posizioni rispetto al 50° posto dello scorso anno, nella classifica nazionale di ECOSISTEMA URBANO, la ricerca condotta da Legambiente in collaborazione con l’Istituto di Ricerche Ambiente Italia e il Sole 24Ore.
Potenza perde "solo" 37 posizioni passando dal 36° al 73° posto. Esattamente 10 anni fa Matera occupava la 13° posizione prima in Italia tra i comuni del meridione. >> Leggi Tutto
Avviso importante 08/10/2008  
Il seguente avviso è riferito a quanto verificatosi dalle ore 24.00 del 7.10.2008 alle 9.00 del 8.10.2008
Questa notte per l’ennesima in diverse zone della città, compresi i Sassi, una cappa maleodorante ha reso l’aria praticamente irrespirabile con un forte e chiaro odore tipico della bruciatura di sostanze plastiche o similari.
Ancora questa mattina i residui di questa cappa erano chiaramente avvertibili.
I dati dell’ARPAB relativi alla qualità dell’aria praticamente non dicono nulla. >> Leggi Tutto
Una lettera che aspetta una risposta 19/09/2008  
Lettera aperta di Antonio Nicastro - Potenza
All’Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata
Oggetto: monitoraggio dell’aria in Basilicata alla luce del D.M. 60 del 2002.

Non è la prima volta che ricorro alla “lettera aperta” per avere notizie dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Basilicata, è evidente che c’è una certa e documentata ritrosia ad interloquire con il cittadino. Gentile Assessore Lei personalmente ha pubblicizzato il Suo sito internet manifestando la volontà di un contatto con i lucani, purtroppo alle parole non seguono i fatti. >> Leggi tutto
L’idrogeno solforato non è meno pericoloso delle radiazioni 07/08/2008  
NO SCORIE TRISAIA CHIEDE ALLA REGIONE IL COMMISSARIAMENTO DELL’ARPAB

In Basilicata i cittadini devono ancora una volta reclamare alle istituzioni la tutela della salute pubblica per gli inquinanti che loro malgrado sono costretti a subire da industrie la cui presenza viene imposta dall’alto (parliamo del centro ENEA SOGIN e delle estrazioni petrolifere). Sul fronte dei controlli ambientali, d’altro canto, non ci siamo proprio. >> Leggi Tutto
I parlamentari del PdL smentiscano la scelta lucana 26/05/2008  
La scelta del nucleare per il PdL è una scelta esclusivamente economica. Il ministro per i rapporti con le Regioni, il pugliese Fitto, è stato in proposito chiaro. Fitto vede l’Italia indietro di 30 anni sul nucleare.
Mentre alcuni governatori delle Regioni, in modo trasversale, dalla Sicilia al Veneto, sono in parte favorevoli ed in parte sfavorevoli ad un ritorno al nucleare, nessuno(ribadiamo nessuno) dei governatori delle regioni favorevoli al nucleare ha candidato la propria regione per ospitare il deposito nazionale di scorie nucleari che rappresenta - a detta del ministro Scaiola - il primo passo da compiere per far ripartire le centrali nucleari in Italia. >> Leggi Tutto
Biodiversità locale - Salvate il soldato Casino 23/05/2008  

Un gruppo di ricercatori francesi del CNRS, il Centro di ecologia funzionale ed evolutiva a Montpellier, guidati da Pierre-Olivier Cheptou, ha pubblicato una studio che riguarda la radichella di terrasanta o Crepis Sancta. Si tratta di quel fiorellino giallo che cresce spontaneamente e vediamo in tutte le aiuole della città che ha sviluppato una eccezionale capacità di sopravvivenza adattandosi all’ambiente urbano. Purtroppo, è scientificamente provato che i titanici sforzi dell’assessore Casino che sfalcia personalmente le aiuole di Matera sono praticamente inutili.
Nella nicchia ecologica e biodiversa di Matera, a causa dell’evoluzione da giunta di sinistra a giunta di destra di alto profilo, in meno di un anno si assiste allo spettacolare fenomeno della trasformazione degli assessori in addetti di alto profilo allo sfalcio dell’erba. >> Leggi Tutto
La giornata mondiale della Biodiversità 23/05/2008  

"Se l’ape scompare dalla faccia del pianeta, all’uomo rimarrebbero sono quattro anni di vita. Niente api, niente impollinazione, niente piante, niente animali, niente uomo". Albert Einstein.
Nella parte orientale degli Stati Uniti, è scomparso il 70% per cento delle api.
Ieri 22 maggio 2008, si è celebrata la Giornata Mondiale della Biodiversità istituita dalle Nazioni Unite. Il Segretario Generale della Convenzione ONU per la Biodiversità a Bonn ha illustrato chiaramente per quale motivo il drastico aumento dei costi dei generi alimentari di prima necessità sia legato alla perdita della biodiversità e ai cambiamenti climatici che stanno mettendo in ginocchio ricchi e poveri senza alcuna distinzione. >> Leggi Tutto
Il decreto ministeriale che regola l’istituzione dei centri di raccolta dei RAEE 08/05/2008  
Legambiente Circolo di Matera
E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 28 aprile 2008, l’atteso Decreto recante la "Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato", emanato in attuazione del Dlgs 152/2006. Il nuovo regolamento (DM 8 aprile 2008) è a cavallo tra normativa generale sui rifiuti e normativa speciale sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (in quanto permette l’avvio alla completa operatività del Dlgs 151/2005 in materia di RAEE) e stabilisce le modalità per la realizzazione e la gestione dei centri destinati ad accogliere i rifiuti da raccolta differenziata, tra cui la necessità dell’autorizzazione comunale e l’iscrizione all’Albo dei gestori ambientali. E’ previsto un regime transitorio per l’allineamento alle nuove regole da parte dei centri già operanti. >> Leggi Tutto
Comunicato del Movimento NO SCORIE 22/03/2008  
Trivelle sul mare, assalto criminale legalizzato al territorio delle lobby petrolifere
La Regione Basilicata tramite una procedura di VIA basata sul silenzio assenso dei comuni vuole regalare dopo la Val d’Agri e la Valle del Sauro-Camastra tutto il territorio regionale dalle montagne al mare alle lobby del petrolio senza consultare le popolazioni e chi dovrà sorbirsi i danni delle trivelle. Nei comuni Jonici di Novi siri, Rocca Imperiale, Policoro, Rotondella e Scanzano nella concessione denominata "Policoro" la Gas Plus Italia (una delle tante società scatola nate dall’Eni) intende coltivare giacimenti di idrocarburi sulle nostre coste e sui nostri campi biologici. Sono previsti pozzi alla foce dell’Agri (zona SIC),di fronte il complesso di Marinagri in territorio di Scanzano. >> Leggi Tutto
Le scelte energetiche per il futuro dell’Italia 22/03/2008  
Appello di docenti e ricercatori delle Università e Centri di Ricerca Italiani

Ai Candidati alla guida del Paese nelle elezioni politiche 2008
Siamo un gruppo di docenti e ricercatori di Università e Centri di ricerca. In virtù della conoscenza acquisita con i nostri studi e la quotidiana consultazione della letteratura scientifica internazionale, sentiamo il dovere di informare la classe politica ed il Paese riguardo la crisi energetica e climatica incombente, che minaccia di compromettere irrimediabilmente la salute ed il benessere delle generazioni future. >> Leggi Tutto
Diossine Uomo Taranto - I risultati delle analisi su 10 volontari 22/02/2008  
Sabato 9 FEBBRAIO presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città a Taranto, si è svolta la Conferenza di presentazione dello studio DIOSSINE UOMO TARANTO, realizzato dall’Associazione TarantoViva in collaborazione con l’INCA di Venezia. A seguito dei monitoraggi effettuati dall’ARPA nel giugno 2007 all’interno dello stabilimento ILVA e dei crescenti e tristi primati nazionali ed europei della città di Taranto in merito alle emissioni di diossina, assurti anche agli onori della cronaca nazionale, TarantoViva ha pensato di realizzare un’analisi che evidenziasse la presenza di tale inquinante nel sangue dei cittadini.

È stata dunque effettuata un’analisi su campioni di sangue prelevati a 10 volontari residenti nella città di Taranto. L’esito degli esami, eseguiti a Venezia presso il Laboratorio Micro-Inquinanti Organici INCA, ha evidenziato la presenza di valori elevati di diossina, particolarmente consistente è risultata la presenza di PCB (policlorobifenili). >> Leggi Tutto
Chi vuole costruire i Termovalorizzatori in Val Basento ed in Basilicata? 10/02/2008  
Riceviamo e pubblichiamo dal movimento NO SCORIE TRISAIA
Con 593.000 abitanti la Basilicata può essere considerata tra i quartieri di Napoli, come il Vomero. Stranamente però, come Napoli e la Campania, anche la Basilicata sta precipitando nell’emergenza rifiuti, scoprendo, tutto in un colpo, di non sapere dove smaltire i 420 quintali per abitante all’anno, nonostante questa quantità sia tra le più basse in Italia. >> Leggi Tutto
Taranto - Lettera alla Regione Basilicata e Comune di Matera 01/02/2008  

Riceviamo e pubblichiamo una lettera degli amici di Taranto indirizzata all’Assessore all’Ambiente della Basilicata, del Comune di Matera e all’ARPAB, a cui si uniscono i Cittadini Attivi di Bernalda-Metaponto

Scriviamo poiché preoccupati dalle recenti notizie relative alle emissioni di diossina provenienti dall’ILVA di Taranto. Recentemente l’Espresso ha fatto risaltare il caso Taranto a livello nazionale segnalando che a Taranto si concentrerebbe il 30% della diossina italiana. >> Leggi Tutto
 
 
 
   
S. Agostino
Osservatorio Sassi di Matera
Ipogei Piazza Vittorio Veneto
Il Parco delle Cave
Osservatorio Beni Culturali
Ambiente
Inquinamento atmosferico
Immagini di alto profilo
Discariche Urbane
Turismo
Amministrazione Comunale
Osservatorio Regione Basilicata
No Nuke
Scuola e Università
Solidarietà
Innovazione e Sviluppo
Regolamento Urbanistico
Osservatorio Politico
Dossier Fondi Pubblici
Lontani da un Paese normale
Matera Cambia
 
 
www.sassikult.it