SASSI KULT MATERA
 Cerca nel sito
 Iscriviti alla Newsletter
HOME   |   RETE SOCIALE   |   MATERA   |   CULTURA   |   FORUM   |   PARTECIPA   |   VIDEO CONTATTI
 
RETE SOCIALE > In Primo Piano    
RETE SOCIALE
Lettera all’assessore all’Ambiente e Territorio Dott. Aldo BERLINGUER
Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
Il quattro giugno 2013, ci fu una Mozione Urgente nel Consiglio Comunale di Matera, che mi vide primo firmatario, la quale portò all’attenzione della nostra Comunità la questione del cementificio ITALCEMENTI.

Da allora, non molto è stato fatto, i protocolli sottoscritti stentano ad essere attuati, l’ITALCEMENTI continua a produrre ed emettere fumi, l’assenza di un monitoraggio efficace, nulla ci fa sapere sulle quantità di inquinanti emessi dal ’94 ad oggi, sugli effetti ambientali e sulla salute umana, sulla quantità di Diossina, sulle sostanze clorurate PCB, sui metalli pesanti, e sul perché devono essere usati come combustibile i pneumatici, il Pet-coke ( meglio noto come la feccia del petrolio), unitamente alla recente richiesta di bruciare 60.000 t/anno di combustibile derivato dai rifiuti. >> Leggi tutto
Le 10 domande all’Italcementi di Matera

Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
Come primo firmatario della cosiddetta MOZIONE ITALCEMENTI del 04 giugno, e alla luce di quanto discusso in Consiglio Comunale, il 20 giugno, e nell’audizione dei vertici tecnici dell’ITALCEMENTI in Commissione Ambiente del 25 giugno, vi scrivo per chiedere ai protagonisti istituzionali incaricati di esprimersi e rilasciare autorizzazioni, innanzitutto chiarezza e fermezza , in quanto questa vicenda interessa non solo la tutela dell’ambiente, ma in modo più ampio e concreto la salute pubblica dei nostri concittadini. >> Leggi tutto
Impediamo che Matera diventi una Tamburi n. 2
Il comitato civico No inceneritore a Matera - Mento sul Cemento, che riunisce cittadini e associazioni materane, rivolge al Presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana, Ing. Pellecchia, al Presidente della Provincia di Matera, dott. Stella ed al Sindaco di Matera, Sen. Adduce, la seguente lettera-appello.

Lo scrivente comitato civico No inceneritore a Matera - Mento sul Cemento, che riunisce cittadini e associazioni materane, rivolge alle SS.LL. in indirizzo la presente "lettera-appello" nell’intento di sollecitare una Vostra piena presa di posizione nei confronti della richiesta di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA e VIA) presentata lo scorso 17 maggio dal Gruppo Italcementi S.p.A. al competente ufficio della Regione Basilicata e finalizzata ad incrementare da 16 mila fino a 60 mila le tonnellate di rifiuti da incenerire nell’impianto sito in Località Trasanello a Matera. >> Leggi tutto
Consiglio Comunale sulla questione incenerimento rifiuti Italcementi

Martedì 18 Giugno 2013 alle ore 16.00 presso la Sala Pasolini presso il Centro Commerciale in via Sallustio a Matera è convocato il Consiglio Comunale che ha all’ordine del giorno la discussione della mozione presentata da diversi consiglieri in merito alla richiesta di Italcementi integrare il processo di recupero di rifiuti come combustibile da parte della cementeria.

Essendo la questione di particolare importanza invitiamo i cittadini a seguire questo Consiglio Comunale direttamente sul posto o vederlo attraverso la registrazione video sul web. (qui e qui)

Vi diamo questa informazione in quanto il Comune di Matera sul proprio sito - www.comune.mt.it/it/consiglio-comunale -, oggi non fornisce più notizie sui Consigli Comunali. Nel 2013 è menzionato solo la seduta del 15 aprile scorso. Per evitare false correzioni postume alla presente, vi alleghiamo copia attuale la pagina del sito del comune.mt.it come si presenta alle ore 12.00 AM del 17.06.2013. >> Leggi la mozione dei Consiglieri
Il lato aberrante dell’UNESCO

A partire dal 4 aprile 2013, si terrà il terzo simposio organizzato dal Comune di Matera insieme alle rappresentanze locali del Ministero per i Beni Culturali, all’Università della Basilicata e al Parco della Murgia Materana, dedicato alla partecipazione e alla discussione pubblica finalizzata a prodourre un piano di gestione del sito UNESCO Sassi di Matera e Parco delle Chiese Rupestri. 20 (venti) anni dopo aver ricevuto il prestigioso riconoscimento dall’UNESCO le principali istituzioni locali devono produrre un piano di gestione, sono ora obbligate a farlo, e per questo si è chiesta la partecipazione pubblica (ovviamente benvenuta) per redigere qualcosa del tipo "cosa vogliamo farne di questo patrimonio". >> Leggi tutto
Comunicato del Comune di Matera sui Beni Culturali
Il 27 novembre 2010 il Comune di Matera ha diramato un comunicato stampa dal titolo Comune di Matera e Direzione Regionale dei Beni Culturali insieme per accellerare i lavori in corso.

Il comunicato si riferisce ai cantieri di S. Agostino, agli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto alla Cattedrale per i quali il Sindaco Salvatore Adduce dichiara che l’incontro con i responsabili della Direzione Regionale
"si inscrive nel percorso scelto dal Comune per offrire informazioni trasparenti alla città" [..] è obiettivo comune procedere ai restauri e ai recuperi con la dovuta attenzione e cautela per preservare il patrimonio inestimabile della città."

A fronte di questo comunicato l’Associazione Sassi Kult, il Movimento Matera Cambia e il Circolo Gino Giugni chiederanno un incontro con il Sindaco finalizzato a chiarirne i contenuti. >> Leggi Tutto
Centrali a biomassa incompatibili con il Parco del Pollino
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
La OLA ha appreso dal Comitato "NO Biomassa" di Teana che l’area dove dovrebbe sorgere la centrale a biomassa sarebbe priva di autorizzazioni e che gli uomini della forestale avrebbero sequestrato l’area. >> Leggi Tutto
Petrolio: danni all’ambiente e alla salute, l’altra faccia del malaffare
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Sebbene gli ultimi fatti di cronaca giudiziaria sul presunto giro di tangenti ed appalti pilotati - nei quali sono coinvolti, tra altri noti e meno noti, l’Amministratore delegato di Total Italia, Lionel Levha (custodia cautelare) e il deputato del Pd, Salvatore Margiotta (per il quale la giunta per le autorizzazioni della Camera ha rigettato la richiesta di arresto) - non ci lasci indifferenti, nell’attesa di ulteriori sviluppi è importante evitare ogni forma indotta di "fumo negli occhi". >> Leggi Tutto
Puntare su energie rinnovabili e ambiente per un futuro della Basilicata
Vito Mazzilli - Presidente WWF Basilicata
Energie rinnovabili e tutela ambientale: è questa la ricetta del WWF per uscire dal tunnel buio che la Regione Basilicata sta attraversando tra lo sgomento dei suoi abitanti.
E’ necessario ora più che mai che la classe dirigente di questa regione sia capace di dare una visione di futuro ai cittadini di questa martoriata terra, - ha dichiarato Vito Mazzilli, Presidente Regionale del WWF, - e questo può avvenire solo se si punterà decisamente su una reale tutela del territorio e su una politica energetica basata sullo sviluppo equilibrato delle fonti energetiche rinnovabili , come i paesi più attenti, ed oggi Stati Uniti in testa, stanno già facendo. >> Leggi Tutto
10 anni di effetti collaterali del petrolio in Val D’Agri
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Con l’inizio del nuovo anno e mentre la Basilicata diventa nei piani delle compagnie e del governatore “hub petrolifero”” e snodo energetico strategico d’Italia e d’Europa con pozzi, centri oli,gasdotti, oleodotti e campi di stoccaggio est-asiatici, la OLA invita i cittadini a rileggere e riflettere sulla serie impressionante di incidenti petroliferi verificatisi negli anni compresi dal 1996 al 2008 durante l’estrazione e il trasporto del greggio. Molti incidenti risultano purtroppo non denunciati e per quelli noti sono in gran parte assenti relazioni ufficiali che dettagliano le cause, la tipologia dell’inquinamento, le sostanze immesse sul suolo, nell’aria, nell’acqua e nei prodotti agricoli e zootecnici esposti a tali sostanze. >> Leggi Tutto
Questione Urbanistica, vecchi vizi e nuove cementificazione
Mutamenti a Mezzogiorno
Qualche settimana fa la giunta comunale ha approvato la rimodulazione dei finanziamenti, ex legge 64/86, per la realizzazione del cosiddetto sistema integrato dei parcheggi di accesso ai Rioni Sassi. Si tratta di una serie di interventi programmati e parzialmente realizzati nell’89 , finanziati dalla ex Agenzia per la Promozione dello Sviluppo del Mezzogiorno. >> Leggi Tutto
La Valbasento tra gas, rifiuti tossici e sindaci smemorati
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
In seguito alle dichiarazioni del Sindaco di Ferrandina, Raffaele Domenico Ricchiuti, rilasciate nell’edizione serale del Tg3 Basilicata, in data 14 Gennaio 2009, la OLA (Organizzazione Lucana Ambientalista) - Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini - intende ritornare perentoriamente sulla questione del progetto Geogastock Spa. >> Leggi Tutto
Speriamo che se la cavi
Anna R. G. Rivelli
Un’altra Regione è andata. Dal momento che non si può pensare ad un problema climatico se il centro destra sta inghiottendo le isole ed erodendo le coste d’Italia, forse una riflessione seria ci vorrebbe da parte di tutti e non solo da parte dei vertici del mondo politico. Forse dovrebbe essere proprio la gente a valutare con più attenzione ciò che sta succedendo e a documentarsi su quello che è il reale pericolo che incombe su questa Nazione. >> Leggi Tutto
Un’altra Lucania è possibile, un’altra Lucania è necessaria
Vito Mazzilli - Presidente WWF Basilicata
In occasione della manifestazione indetta dal comitato No Oil Lucania che si svolgerà a Villa d’Agri il 28.2.09, il WWF, che ha dato al sua adesione, vuole ribadire le proprie preoccupazioni per il territorio della Val d’Agri, anche in relazione alle recenti dichiarazioni programmatiche del Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo che nella sua relazione al Consiglio Regionale sul petrolio, non ha mai citato il Parco nazionale della Val d’Agri, puntando sostanzialmente per il futuro delle aree interessate dalle estrazioni sulla creazione di un distretto energetico con tanto di nuovi insediamenti produttivi. >> Leggi Tutto
Si allontana di mesi la soluzione della questione parcheggi a Matera
Luca Braia - Consigliere Comunale Matera
E’ stata rinviata a data da destinarsi la prevista apertura delle offerte economiche per l’assegnazione della gara per la gestione dei parcheggi, fissata per il 16/04/2009, a causa di un ricorso presentato al TAR dalla ditta CASAM la cui udienza è prevista per il prossimo 11/06/2009 . Si allunga quindi, in maniera indefinita, l’individuazione del nuovo gestore dei parcheggi pubblici nella città di Matera che si protrae dallo scorso 3 gennaio 2009. >> Leggi Tutto
Sit-in al quartiere Lapadula
Comitato Cittadini Attivi di Bernalda e Metaponto
I comunicati sul Sit-in presso il quartiere Lapadula in Bernalda, richiesto dagli stessi abitanti, a partire dal 27 aprile 2009. >> Leggi Tutto
Riflessioni sul sistema dei trasporti
Pio Abiusi
Bus Navetta : Matera - Scalo Aeroportuale di Bari-Palese
A due anni dall’avvio del servizio forse è il caso di dare stabilità allo stesso , dando certezza per tutto l’arco dell’anno. Il servizio erogato si è andato via via estendendo come durata temporale e numero delle corse giornaliere. Si è passati, da un servizio erogato dal 1 Luglio (il 2007) al 16 Giugno ed il termine, lo scorso anno, è stato prorogato fino al 31 Dicembre. >> Leggi Tutto
Mini dossier sul cementificio Italcementi di Matera
Legambiente Matera
Paese che vai, usanza che trovi!
Finalmente è possibile consultare online le schede ambientali di ogni singolo impianto, ed in particolare i valori medi annui delle concentrazioni degli inquinanti rilevati dal sistema di analisi registrati nel corso del 2007.

Perché Paese che vai, usanza che trovi?
Perché i valori limiti imposti a Calusco d’Adda sono minori dei valori limiti di Matera?
Perché in ogni impianto i valori limiti sono differenti tra loro?
Eppure la legge è la stessa, ma l’impianto di Matera sarebbe fuori norma se installato a Calusco d’Adda, oppure l’impianto di Samatzai sarebbe fuori norma se installato a Matera e figuriamoci se installato a Calusco d’Adda. >> Leggi Tutto
Italcementi il mecenate
Mutamenti a mezzogiorno
Vent’anni fa la legambiente denunciava una serie di discariche abusive nel territorio della murgia materana sottoposto a tutela dalla legge Galasso e dalla legge Merli per quanto riguarda la tutela delle acque. Tra le tante segnalazioni vi era quella della ditta COCEMA la quale scaricava i suoi scarti di lavorazione lungo il costone della Gravina di Matera in località San Vito. Successivamente la Procura, al contrario del comune, intervenne con il sequestro dell’area. Qualche anno dopo la ditta fu condannata al ripristino ambientale. >> Leggi Tutto
Salviamo il paesaggio della Val Sarmento

Annibale Formica
Il paesaggio naturale della Val Sarmento sta subendo, in questi giorni, una trasformazione. Da notizie di stampa apprendo che nel versante lucano del Pollino, il più grande parco nazionale d’Italia, si sta tentando la sfida di far convivere ambienti incontaminati con “l’arte contemporanea più raffinata”. Si sta per trasformare monumenti naturali importanti del nostro territorio; si sta per incidere sui “documenti storici” della nostra esistenza in Val Sarmento. Vedo, intanto, un grande sbancamento che ha già mutato l’immagine originaria del fosso Mistro sotto la Timpa dei Preti nel territorio di Noepoli. >> Leggi Tutto
Sotto il grembiule niente
Anna R.G. Rivelli
Ormai Berlusconi è un incubo. Non è che lo si voglia attaccare a tutti i costi, anzi; sarebbe salutare poterselo dimenticare di tanto in tanto, magari pensando al maltempo incipiente che viene preannunciato come una catastrofe anche se ormai, alle soglie di dicembre, siamo tutti qui ad aspettarcelo da un momento all’altro. Ecco, vorremmo dimenticare il nostro Premier per un po’, ma la cosa risulta impossibile, perché lui è sempre lì con il suo copione inossidabile a sparare castronerie di quelle destinate a fare il giro del mondo, rimbalzando dal New York Times al Le Monde, dal Daily Mirror a El Pais. >> Leggi Tutto
Suoni di regime
di Anna R. G. Rivelli
"Non retrocederò di un centimetro". Così ha concluso il Presidente Berlusconi, inciampando un po’con la lingua su quel tempo futuro, nel corso della conferenza stampa tenuta a Palazzo Chigi insieme al discusso ministro dell’Istruzione. Ma il presente è tale che sul futuro stiamo inciampando tutti ed i restanti quattro anni e mezzo di governo, paventatici dallo stesso Premier, ci sembrano già interminabili, troppi per non considerare che quella che pareva qualche mese fa una dittatura dolce, di dolce non ha più niente ormai, se non la coreografica finzione di una Gelmini ora ingessatissima, ora in posa da top model, fiorita e scarmigliata, sulla copertina di Panorama. >> Leggi Tutto
Federalismo
di Michele Cascino
Lo schieramento politico e imprenditoriale risultato vittorioso nell’aprile del 2008 è l’effetto dell’approccio leghista favorito di fatto da una parte non trascurabile dell’ex sinistra e da cattolici del Nord e del Centro Italia con successo dei seguaci del sen. Bossi, diventato così fattore condizionante degli equilibri politici italiani. La scelta federalista contenuta nelle norme introdotte nel 2001 nel titolo V della Costituzione è alla base della spinta verso il cosiddetto federalismo fiscale con un riferimento, per fortuna abbandonato, ai dati di una sola regione più avanzata e non alla media di un gruppo di regioni variamente ricche. >> Leggi Tutto
La visita del Ministro Spagnolo agli Affari Culturali Joaquin Manrique Major

Il Ministro agli Affari Culturali dell’Ambasciata di Spagna, Joaquin Manrique Major, ha mantenuto l’impegno espresso durante il Convegno Internazionale di Studi Italia-Spagna, tenutosi presso l’Ateneo di Bari il 9 giugno. E’ venuto a Laterza il 18 luglio con la consorte Maria Cosè, in forma privata, accompagnati dal dottor Pasquale Perrone, guida per i Sassi di Matera ed oriundo laertino, per gustare in anteprima alcune bellezze di Laterza e poi programmare l’incontro ufficiale con le autorità civili e religiose del paese. >> Leggi Tutto
Uno Stato di carta - Il nuovo progetto della Soprintendenza per S. Agostino

Con la proposizione della variante - progetto definitivo recante - "Riqualificazione area antistante il convento e recupero locali ipogei" (perizia n. 4/2008 del 18 gennaio 2008), la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Basilicata ha ulteriormente spinto oltre ogni possibile immaginazione il livello patologico della vicenda del Complesso Monumentale di S. Agostino emersa alla ribalta nazionale con il progetto "Recupero locali ipogei e realizzazione parcheggio" (perizia 244/02 del 20.12.2008) i cui lavori furono bloccati il 2 novembre 2006 per intervento diretto dei massimi responsabili istituzionali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, lavori con cui la stessa amministrazione aveva già prodotto un danno enorme al patrimonio storico e culturale della Città di Matera. >> Leggi Tutto
Storia e vicende dei giardini di S. Agostino

Giustino Fortunato nel regesto delle pergamene di Matera riporta una indicazione del "pittagio di San Giuliano". Una prima immagine del "pittagio" o vicinato di S. Giuliano dove ora si trova il complesso di S. Agostino è presente in una raffigurazione della Città di Matera del 1703 ad opera di Giovan Battista Pacichelli. Le citazioni dei Padri Agostiniani nei documenti dell’Archivio di Stato di Matera dove si descrivono le pertinenze del complesso. >> Leggi Tutto
Storia - S. Agostino: le origini del Complesso Monumentale

I documenti dell’Archivio di Stato che attestano l’origine del Complesso che viene costruito intorno alla Chiesa Rupestre di San Giuliano. Una Chiesa anche accessibile la cui importanza non viene raccontata da nessuno, descritta invece come Cripta di S. Guglielmo frutto di un errore storico che si propaga dal 1818. >> Leggi Tutto
Diossine Uomo Taranto - I risultati delle analisi su 10 volontari
Sabato 9 FEBBRAIO presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città a Taranto, si è svolta la Conferenza di presentazione dello studio DIOSSINE UOMO TARANTO, realizzato dall’Associazione TarantoViva in collaborazione con l’INCA di Venezia. A seguito dei monitoraggi effettuati dall’ARPA nel giugno 2007 all’interno dello stabilimento ILVA e dei crescenti e tristi primati nazionali ed europei della città di Taranto in merito alle emissioni di diossina, assurti anche agli onori della cronaca nazionale, TarantoViva ha pensato di realizzare un’analisi che evidenziasse la presenza di tale inquinante nel sangue dei cittadini.

È stata dunque effettuata un’analisi su campioni di sangue prelevati a 10 volontari residenti nella città di Taranto. L’esito degli esami, eseguiti a Venezia presso il Laboratorio Micro-Inquinanti Organici INCA, ha evidenziato la presenza di valori elevati di diossina, particolarmente consistente è risultata la presenza di PCB (policlorobifenili). >> Leggi Tutto
Lettera aperta del Circolo la Scaletta sulla Scuola di Alta Formazione ICRR
Il Circolo La Scaletta ha inviato una lettera aperta ad assessori e consiglieri comunali, provinciali e regionali per sollecitare la formalizzazione delle delibere inerenti l’istituzione a Matera del Centro di Alta Formazione Specialistica dell’Istituto Centrale del Restauro.

Questo Circolo sente l’urgenza di segnalare una questione di assoluta rilevanza regionale la cui soluzione sembra allontanarsi irreparabilmente. Infatti è noto che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha gratificato la Basilicata scegliendo di istituire in Matera la Scuola di Alta Formazione Specialistica, quale sede distaccata dell’Istituto Centrale del Restauro di Roma, a servizio dell’intero Mezzogiorno d’Italia e dei territori extra-comunitari che si affacciano sul Mediterraneo.
>> Leggi Tutto
SOGIN risponde al Movimento NOSCORIE Trisaia sulle barre di Elk River
Alle domande poste dal Movimento NOSCORIE TRISAIA a proposito del ritiro da parte degli Stati Uniti delle barre radioattive prodotte a Elk River e stoccate presso il Centro ENEA della Trisaia SOGIN risponde: Le barre di Elk River non sono iteressate dal contratto con la società americana Energy Solutions.

>> Leggi Tutto
Taranto - Lettera alla Regione Basilicata e Comune di Matera

Riceviamo e pubblichiamo una lettera degli amici di Taranto indirizzata all’Assessore all’Ambiente della Basilicata, del Comune di Matera e all’ARPAB.
a cui si associano anche i Cittadini Attivi di Bernalda-Metaponto.
>> Leggi Tutto
S. Agostino - Lettera al Sottosegretario Mazzonis

La lettera inviata al Sottosegretario per i Beni e le Attività Culturali Danielle Gattegno Mazzonis ad un anno dalla sospensione dei lavori presso il Complesso Monumentale Ex Convento di S. Agostino nei Sassi di Matera. Hanno sottoscrito ad ora il documento le Associazioni:
ARCI - CITTA’ PLURALE - COMUNITA’ MATERANA - CULTURE’E - G.E.A.
LEGAMBIENTE Circolo di Matera - SASSI KULT - SUI GENERIS - TOLBA’ - VOLONTARIATO MATERANO. >> Leggi Tutto
Ipogei di Piazza Vittorio Veneto - Lettera al Sindaco Buccico

La richiesta di urgente incontro con il Sindaco e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale fatta da 10 Associazioni per i lavori riguardanti gli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto. Hanno sottoscritto ad ora il documento le Associazioni:
ARCI - CITTA’ PLURALE - COMUNITA’ MATERANA - CULTURE’E - G.E.A.
LEGAMBIENTE Circolo di Matera - SASSI KULT - SUI GENERIS - TOLBA’
VOLONTARIATO MATERANO. >> Leggi Tutto
Immagini

Viaggio fotografico alla scoperta di un monumento

>> Guarda le immagini
Chiesa di San Giuliano

Il rapporto della figura di San Giuliano l’Ospitaliere con Matera, i dipinti della Chiesa Rupestre mai menzionati o decodificati nonostante l’accessibilità alla stessa dalla Chiesa di S. Agostino, il culto e la leggenda del Santo diffuso a partire dal XII secolo e accolta entusiasticamente dal popolo. >> Leggi Tutto
Regolamento Urbanistico

Il Documento Generale con le osservazioni di 9 Associazioni alla Bozza di Regolamento Urbanistico presentata dall’Amministrazione alla Città.
Sono stati inoltre presi in esame 10 casi specifici di luoghi urbani, per quanto riguarda mobilità, verde, mobilità nel Centro Storico, dove viene analizzato con dettaglio il peggioramento della qualità della vita per la città derivante dalle scelte individuate nella bozza di regolamento urbanistico presentata.

>> Leggi Tutto
 
 
 
   
S. Agostino
Osservatorio Sassi di Matera
Ipogei Piazza Vittorio Veneto
Il Parco delle Cave
Osservatorio Beni Culturali
Ambiente
Turismo
Amministrazione Comunale
Osservatorio Regione Basilicata
No Nuke
Scuola e Università
Solidarietà
Innovazione e Sviluppo
Regolamento Urbanistico
Osservatorio Politico
Dossier Fondi Pubblici
Lontani da un Paese normale
Matera Cambia
 
 
www.sassikult.it