SASSI KULT MATERA
Invia pagina Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 Iscriviti alla Newsletter
HOME   |   RETE SOCIALE   |   MATERA   |   CULTURA   |   FORUM   |   PARTECIPA   |   VIDEO   |   CONTATTI CONTATTI
   
sassikult.it SELEZIONA UN TEMA   28/05/2016
Incenerimento rifiuti: da parte di Italcementi nulla è cambiato
1 novembre 2015 - Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale
Dopo la nota di qualche giorno fa della multinazionale Italcementi, riguardo la convenienza nell’incenerire rifiuti nel ciclo produttivo, mi è sembrato di aver riletto pari pari un comunicato stampa del giugno 2013, come se nel frattempo nulla fosse avvenuto, e la prima cosa che mi è venuta da dire è stato: nulla è cambiato. >> Leggi tutto
 
Interrogazione su Italcementi - Consigliere Regionale Giovanni Perrino

Ing. Giovanni Perrino - Consigliere Regionale
Interrogazione a risposta immediata (art. 103 del Reg. del Cons. Reg.). Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) richiesta dal Gruppo Italcementi S.p.A. per incrementare da 12 mila a 60 mila le tonnellate di rifiuti all’anno da bruciare come combustibile nella Cementeria ricadente nel Comune di Matera, località Trasanello snc. >> Leggi Tutto
 
Comunicato Stampa incremento combustibile Css Italcementi Matera
Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
A due anni dalla cosiddetta Mozione Italcementi del 04 giugno 2013, il Comune di Matera, l’8 ottobre 2015, è stato convocato dalla Regione Basilicata, Ufficio Ambiente, in conferenza di servizi per esprimersi su ampliamenti, adeguamenti impiantistici e sull’incremento di 60.000 tonnellate/anno di CSS (Combustibile solido secondario), che vanno aggiunti agli altri combustibili ancora in uso dall’Italcementi quali pet-coke, pneumatici, materiali plastici ed altro.

Alla conferenza di servizi erano presenti i tecnici dell’Italcementi, il Comune di Matera, il Comune di Santeramo, la Provincia di Matera, l’Arpab e i funzionari dell’Ufficio ambiente della Regione Basilicata. Sento il bisogno di comunicare perché avverto una sensazione negativa. >> Leggi tutto
 
Lettera all’assessore all’Ambiente e Territorio Dott. Aldo BERLINGUER
Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
Il quattro giugno 2013, ci fu una Mozione Urgente nel Consiglio Comunale di Matera, che mi vide primo firmatario, la quale portò all’attenzione della nostra Comunità la questione del cementificio ITALCEMENTI.

Da allora, non molto è stato fatto, i protocolli sottoscritti stentano ad essere attuati, l’ITALCEMENTI continua a produrre ed emettere fumi, l’assenza di un monitoraggio efficace, nulla ci fa sapere sulle quantità di inquinanti emessi dal ’94 ad oggi, sugli effetti ambientali e sulla salute umana, sulla quantità di Diossina, sulle sostanze clorurate PCB, sui metalli pesanti, e sul perché devono essere usati come combustibile i pneumatici, il Pet-coke ( meglio noto come la feccia del petrolio), unitamente alla recente richiesta di bruciare 60.000 t/anno di combustibile derivato dai rifiuti. >> Leggi tutto
 
La Festa della Bruna e la rinnovata cementeria Italcementi
Sassi Kult e Matera Cambia - Movimento politico per Matera

La perdurante passerella che il sindaco di Matera percorre accompagnata dallo slogan “In cammino Matera 2019”, è arrivata finalmente ad una tappa importante.

E’ presente infatti in molti esercizi commerciali e punti di distribuzione il volantino ufficiale targato Comune di Matera che presenta il programma della Festa della Bruna per il 2011.

Si tratta di una tappa importante perché per la prima volta dal 1389 nel programma dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Bruna compare per il 30 giugno 2011 alle ore 17.00 l’inaugurazione di una cementeria, o meglio, come recita testualmente il volantino: l’inaugurazione della rinnovata cementeria Italcementi. >> Leggi tutto
Comune di Matera - Programma Festa della Bruna 2011 Comune di Matera - Programma Festa della Bruna 2011
 
Le 10 domande all’Italcementi di Matera

Ing. Paolo Manicone - Consigliere Comunale di Matera
Come primo firmatario della cosiddetta MOZIONE ITALCEMENTI del 04 giugno, e alla luce di quanto discusso in Consiglio Comunale, il 20 giugno, e nell’audizione dei vertici tecnici dell’ITALCEMENTI in Commissione Ambiente del 25 giugno, vi scrivo per chiedere ai protagonisti istituzionali incaricati di esprimersi e rilasciare autorizzazioni, innanzitutto chiarezza e fermezza , in quanto questa vicenda interessa non solo la tutela dell’ambiente, ma in modo più ampio e concreto la salute pubblica dei nostri concittadini. >> Leggi tutto
 
Il lato aberrante dell’UNESCO

Nell’imagine la prima grande colata di cemento del 4 aprile 2013.

A partire dal 4 aprile 2013, si terrà il terzo simposio organizzato dal Comune di Matera insieme alle rappresentanze locali del Ministero per i Beni Culturali, all’Università della Basilicata e al Parco della Murgia Materana, dedicato alla partecipazione e alla discussione pubblica finalizzata a prodourre un piano di gestione del sito UNESCO Sassi di Matera e Parco delle Chiese Rupestri. 20 (venti) anni dopo aver ricevuto il prestigioso riconoscimento dall’UNESCO le principali istituzioni locali devono produrre un piano di gestione, sono evidentemente obbligate a farlo, e per questo si è chiesta la partecipazione pubblica (ovviamente benvenuta) per redigere qualcosa del tipo "cosa vogliamo farne di questo patrimonio". >> Leggi tutto
 
Impediamo che Matera diventi una Tamburi n. 2
Il comitato civico No inceneritore a Matera - Mento sul Cemento, che riunisce cittadini e associazioni materane, rivolge al Presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana, Ing. Pellecchia, al Presidente della Provincia di Matera, dott. Stella ed al Sindaco di Matera, Sen. Adduce, la seguente lettera-appello.

Lo scrivente comitato civico No inceneritore a Matera - Mento sul Cemento, che riunisce cittadini e associazioni materane, rivolge alle SS.LL. in indirizzo la presente "lettera-appello" nell’intento di sollecitare una Vostra piena presa di posizione nei confronti della richiesta di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA e VIA) presentata lo scorso 17 maggio dal Gruppo Italcementi S.p.A. al competente ufficio della Regione Basilicata e finalizzata ad incrementare da 16 mila fino a 60 mila le tonnellate di rifiuti da incenerire nell’impianto sito in Località Trasanello a Matera. >> Leggi tutto
 
Consiglio Comunale sulla questione incenerimento rifiuti Italcementi

Aggiornamento
Al momento ci risulta che la discussione della mozione sull’Italcementi è rimandata al Consiglio Comunale convocato per Giovedì 20 Giugno alle ore 16.00.

Martedì 18 Giugno 2013 alle ore 16.00 presso la Sala Pasolini nel Centro Commerciale in via Sallustio a Matera è convocato il Consiglio Comunale che ha all’ordine del giorno la discussione della mozione presentata da diversi Consiglieri in merito alla richiesta di Italcementi di integrare il processo di incenerimento rifiuti a fini, secondo quanto dice l’azienda, di recupero degli stessi.

Essendo la questione di particolare importanza invitiamo i cittadini a seguire questo Consiglio Comunale direttamente sul posto o vederlo attraverso la registrazione video sul web. (qui e qui)

Vi diamo questa informazione in quanto il Comune di Matera sul proprio sito - www.comune.mt.it/it/consiglio-comunale -, oggi non fornisce più notizie sui Consigli Comunali. Nel 2013 è menzionato solo la seduta del 15 aprile scorso. Per evitare false correzioni postume alla presente, vi alleghiamo copia attuale la pagina del sito del comune.mt.it come si presenta alle ore 12.00 AM del 17.06.2013. >> Leggi la mozione dei Consiglieri
Pagina Consiglio Comunale sito istituzionale del Comune di Matera 17.06.2013 Pagina Consiglio Comunale sito istituzionale del Comune di Matera 17.06.2013
 
24 giugno 2012 - Sua Santità il Dalai Lama a Matera
di Guido Galante
Domenica 24 giugno 2012 doveva essere una giornata di festa e riflessione per tutta la comunità materana. L’arrivo di Sua Santità il Dalai Lama avrebbe dovuto donare a Matera, città della pace, una sua propria identità morale. Avrebbe potuto essere l’occasione per spogliarci delle innumerevoli maschere che quotidianamente indossiamo con grande disinvoltura.

Invece il messaggio del capo spirituale tibetano, portavoce di non belligeranza e di verità, è stato ignorato dalla maggior parte dei presenti. Solo sorrisi di circostanza e protocollo. Nessuno si è fermato a meditare. Tutto secondo un copione oramai visto centinaia di volte. >> Leggi tutto
 
Conoscere e amare il Tibet

L’Associazione SassiKult in occasione della visita a Matera e in Basilicata del Dalai Lama organizza la mostra: Conoscere e amare il Tibet. L’autore della mostra Guido Galante, ci fa percorrere con le sue immagini l’affascinante viaggio alla scoperta dei luoghi della gente e della cultura del Tibet. Inaugurazione 21 Giugno 2012 alle ore 19.00 presso il ristorante pizzeria La Talpa di Matera, in via Fiorentini (Sasso Barisano) >> Informazioni
 
Comunicato del Comune di Matera sui Beni Culturali
Il 27 novembre 2010 il Comune di Matera ha diramato un comunicato stampa dal titolo Comune di Matera e Direzione Regionale dei Beni Culturali insieme per accellerare i lavori in corso.

Il comunicato si riferisce ai cantieri di S. Agostino, agli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto alla Cattedrale per i quali il Sindaco Salvatore Adduce dichiara che l’incontro con i responsabili della Direzione Regionale
"si inscrive nel percorso scelto dal Comune per offrire informazioni trasparenti alla città" [..] è obiettivo comune procedere ai restauri e ai recuperi con la dovuta attenzione e cautela per preservare il patrimonio inestimabile della città."

A fronte di questo comunicato l’Associazione Sassi Kult, il Movimento Matera Cambia e il Circolo Gino Giugni chiederanno un incontro con il Sindaco finalizzato a chiarirne i contenuti. >> Leggi Tutto
 
Quello che ci hanno lasciato 20 anni di amministrazioni comunali

Nessuno come noi Materani ha ereditato tanta ricchezza lasciata da tutti coloro che hanno vissuto in questo luogo in una storia che inizia 10.000 anni fa.

In questo video quello che ci hanno lasciato gli ultimi 20 anni di amministrazione comunale.
Il lavoro svolto negli ultimi quattro anni dalle Associazioni Sassi Kult e Circolo Gino Giugni che hanno creato il Movimento Politico Matera Cambia!.

Il futuro di Matera inizia da qui. >> Guarda il video
 
L’acqua è un bene comune,il Consiglio Regionale di Basilicasta non lo sa
CIACPPd, acqua e ...vade retro, popule!
In data 11 gennaio 2010, il CIACP firmò una lettera con cui il Coordinamento regionale per l’acqua bene comune proponeva che, nel successivo Consiglio regionale, all’ordine del giorno fosse inserita una mozione, preparata dallo stesso Coordinamento, con cui si chiedeva che il Consiglio regionale di Basilicata si pronunziasse per il principio di acqua come bene pubblico, contro il minacciato tentativo di privatizzazione. >> Leggi Tutto
 
Lettera al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
No Scorie Trisaia
Egregio Presidente, chi Le scrive è un movimento di cittadini nato all’indomani della mobilitazione pacifica popolare lucana del 2003, contro la decisione imposta dall’alto, e senza condivisione con gli abitanti del luogo, di realizzare a Scanzano Jonico, in Basilicata, il deposito nazionale di scorie radioattive.La Basilicata è la regione d’Italia che Lei si appresta a visitare 107 anni dopo il prestigioso viaggio del primo ministro del Regno d’Italia, Giuseppe Zanardelli. Questo movimento è rimasto in questi anni ad osservare come le multinazionali dell’energia, i potentati economici e la politica regionale e nazionale si siano mosse sul territorio lucano che, come ben saprà, è oggetto di una ampia coltivazione mineraria, sia petrolifera che di metano. Qui si estrae circa l’80 per cento del petrolio e del gas coltivato in Italia, corrispondenti a circa il 30 per cento del fabbisogno energetico nazionale. >> Leggi Tutto
 
Fermare le trivellazioni nel Metapontino
No Scorie Trisaia - La Grande Lucania
A Policoro e nel Metapontino si estrae gas da circa un ventennio senza che il Comune e i suoi abitanti ne traggano benefici; anzi ne subiscono l’inquinamento dell’aria, delle falde idriche e in futuro potrebbero verificarsi nelle vicinanze dei pozzi pericolosi fenomeni di subsidenza. La subsidenza provoca un abbassamento del suolo (pericolosi vicino a case, centri urbani, fiumi e in riva al mare), con possibili smottamenti, frane e alluvioni. >> Leggi Tutto
 
Mini dossier sul cementificio Italcementi di Matera
Legambiente Matera
Paese che vai, usanza che trovi!
Finalmente è possibile consultare online le schede ambientali di ogni singolo impianto, ed in particolare i valori medi annui delle concentrazioni degli inquinanti rilevati dal sistema di analisi registrati nel corso del 2007. Paese che vai, usanza che trovi? >> Leggi Tutto
 
Italcementi il mecenate
Mutamenti a mezzogiorno
Vent’anni fa la legambiente denunciava una serie di discariche abusive nel territorio della murgia materana sottoposto a tutela dalla legge Galasso e dalla legge Merli per quanto riguarda la tutela delle acque. Tra le tante segnalazioni vi era quella della ditta COCEMA la quale scaricava i suoi scarti di lavorazione lungo il costone della Gravina di Matera in località San Vito. >> Leggi Tutto
 
Monitoraggi, ora a pagare siano le poltrone
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
A distanza di oltre 10 anni dall’apertura dei pozzi di petrolio in Val d’Agri è comparso, finalmente, qualche dato relativo al monitoraggio di uno degli inquinanti più pericolosi legati all’estrazione del petrolio: l’H2S, o meglio conosciuto come Idrogeno Solforato. Dal 28 Maggio scorso, infatti, - sul sito internet dell’Arpab - sono stati pubblicati i risultati dei monitoraggi effettuati dal 2008 in poi.
>> Leggi Tutto
 
Acqua, dalle trivelle che insediano l’acqua delle dighe, al business delle privatizzazioni
NOSCORIE TRISAIA
Prendiamo Spunto dalla volontà del presidente De Filippo che vuole rivedere con un tavolo tecnico la gestione delle acque lucane in ottica di risparmio ed efficienza per ribadire che le nostre acque vanno tutelate e devono rimanere di gestione pubblica. Siamo però alquanto preoccupati per il modo come si tratta questo bene comune. Ci riferiamo alle nuove richieste di trivellazione nel comune di Viggiano vicino a poche centinaia di metri dalla diga del Pertusillo e a quelle nel comune di Marsico Nuovo. Le trivellazioni vicino alle dighe sono estremamente pericolose per gli incidenti che possono accadere e per il pesante impatto ambientale delle lavorazioni petrolifere. >> Leggi Tutto
 
Italcementi Matera, Cifarelli (Parco Murgia) scrive a De Filippo
Con una lettera inviata al Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo, all’Assessore all’Ambiente Enzo Santochirico, al Presidente della Provincia Franco Stella, al Sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico ed alla società Italcementi SpA, il presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana, Roberto Cifarelli è tornato sull’intervento di revamping in corso di esecuzione in Contrada Trasanello a Matera.
“Credo che l’imponente intervento che Italcementi SpA ha in corso di esecuzione da oltre un anno presso il proprio stabilimento di Contrada Trasanello a Matera, a pochi chilometri dal centro abitato, al confine del Parco Regionale della Murgia Materana ed in pieno Sito di Interesse Comunitario – Zona di Protezione Speciale, meriti un approfondito chiarimento nell’interesse delle popolazioni murgiane, dei lavoratori, della tutela delle specie animali e vegetali e della stessa Italcementi SpA. >> Leggi Tutto
 
Una prima vittoria nella battaglia contro il nucleare italiano
Medicina Democratica - Movimento di Lotta per la Salute onlus
Da Alessandria una grossa vittoria di buon auspicio nella battaglia contro il nucleare in Italia. Il Tar sospende lo smantellamento dell’impianto nucleare e la costituzione del deposito di scorie radioattive. L’ordinanza del Tar del Piemonte crea un precedente nazionale per tutti i siti nucleari. Infatti lo stesso Governo aveva dichiarato apertamente che, in caso di pronuncia definitiva a favore del nostro ricorso, "l’intera strategia sin qui adottata andrebbe rivista in relazione a tutti gli impianti nucleari presenti in territorio italiano". >> Leggi Tutto
 
Quattro condizioni prima di estrarre petrolio in Basilicata
NOSCORIE TRISAIA
QUATTRO CONDIZIONI PER RISPETTARE L’AMBIENTE, LE ECONOMIE LOCALI E LA SALUTE DEI CITTADINI PRIMA DI ESTRARRE PETROLIO IN BASILICATA
Il petrolio si trova in molte parti d’Italia. Le aziende petrolifere preferiscono, però estrarlo dove qualcuno lo permette e dove costa meno, come in Basilicata, dove purtroppo la Regione Basilicata ed il Governo centrale hanno autorizzato molte trivellazioni. Enrico Mattei, negli anni 50, quando scoprì il petrolio in Basilicata fu colpito dalle condizioni di povertà delle popolazioni locali e in cuor suo aveva un progetto di sviluppo per i lucani legato alle estrazioni petrolifere. Ma questa è un’altra storia. Allo stato attuale intanto lo Stato affida il tema delle scelte sulle estrazioni petrolifere in mano alle società private che rischiano di sconvolgere non solo la Costituzione ma anche i principi Federalisti che in realtà sono un liberismo sfrenato. >> Leggi Tutto
 
Ci risiamo!
Federico Valicenti
Certo che a tutto avrei potuto pensare ma non che i soldi del Progetto Senisese potessero servire per foraggiare ancora una volta il più bieco clientelismo elettorale. Alla barba delle piccole imprese del Senisese che aspettano da anni di poter conoscere la destinazioni dei famose progetti da attuare con i fondi provenienti dell’acqua del Senisese. Il presidente De Filippo e il commissario dell’APT dott. Perri in questi anni, in questi mesi ci avevano assicurato che i fondi pubblici avrebbero preso destinazioni precise, rivolti alla piccola impresa, al turismo e alle infrastrutture del territorio per renderlo più competitivo, fruibile. >> Leggi Tutto
 
Note storiche sulla Fontana Ferdinandea
Marco Pelosi
Le difficoltà nell’approvvigionamento idrico della città di Matera in particolari momenti di perdurante siccità sono state sempre al centro della vita pubblica, almeno sino all’arrivo dell’Acquedotto Pugliese. La criticità della situazione prima dei lavori di realizzazione del nuovo acquedotto nel 1825, è evidente nelle parole del Sindaco Domenico Ridola, contenute nel verbale del Decurionato (Consiglio Comunale) di Matera del 29 luglio del 1824: «[...] In continuazione di quanto ho avuto il bene di proporvi riguardante l’interessante oggetto della mancanza dell’acqua per uso di questo Pubblico, ed essendo esauriti tutt’i recipienti d’acqua [cisterne e palombari pubblici] per uso di questa Popolazione non essendovene rimasto, che un solo [...] >> Leggi Tutto
 
Green Peace a Scanzano Jonico
Scanziamo le scorie - No scorie Trisaia - Cittadini Attivi di Bernalda e Metaponto
Una quindicina di attivisti di Greenpeace hanno trasformato in un parco giochi uno dei tre pozzi di salgemma che, nel 2003, il Governo aveva intenzione di utilizzare per realizzare il sito unico nazionale delle scorie nucleari. Gli attivisti - uno spagnolo e numerosi italiani - hanno chiuso con del cemento tre pozzi: su uno hanno posato alcuni mattoni di cemento e vi hanno accostato uno scivolo e un’altalena. Intorno vi sono degli striscioni sui quali vi sono le frasi "stop alla follia nucleare", "meglio attivi che radioattivi", "niente scorie a Scanzano Jonico" e "non giochiamo con il futuro dei nostri figli". >> Leggi Tutto
 
Immagini del 13 aprile 2009

Il consueto appuntamento con le gite fuoriporta, per i turisti e tutti coloro che si sono recati nei Sassi e soprattutto nel Parco Storico Archeologico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano il giorno di Pasquetta 2009, ha riservato l’altrettanto consueto appuntamento e la piacevole sorpresa del paesaggio arricchito dalle attività dell’Italcementi. >> Guarda le immagini
 
Raffaele Giura Longo
di Giuseppe Riccardi
Mi è stato chiesto di scrivere un breve ritratto di Raffaele Giura Longo ad appena qualche giorno di distanza dalla sua scomparsa. E’ estremamente difficile cercare di contenere la sua personalità in poche righe. E scrivere di lui, mi porta inevitabilmente a richiamare le circostanze per cui ho avuto la fortuna di conoscerlo.

Voglio denunciare subito il mio debito di riconoscenza nei suoi confronti, gli ero molto affezionato e faccio ancora fatica a parlarne al passato. >> Leggi Tutto
 
La politica? Cosa loro…
Giovanni Schiuma - Presidente Confesercenti Matera
Negli scorsi giorni ho avuto modo di partecipare a due interessanti incontri, organizzati, rispettivamente, dal PD e da Italia dei Valori, interessanti perché mi hanno portato a riflettere profondamente sul tema del coinvolgimento, della condivisione e del confronto, argomenti che, sempre più, sembrano non appartenere alla sfera della politica (con la p minuscola, quella dei partiti). >> Leggi Tutto
 
Morire in project financing
Domenico Genchi - Consigliere Comunale Matera

Le mani sul Cimitero di Matera 
Lo spettro della speculazione sul Cimitero di Matera

Sicuramente è un’iniziativa forte. Una vela con un maxi necrologio è ormai l’unico modo, per me, per far conoscere ai cittadini di Matera quello che sta per approvare l’attuale maggioranza dell’Amministrazione Comunale di Matera. >> Leggi Tutto
 
L’art. 19 e la nuova strategia per il recupero dei Sassi

Mutamenti a Mezzogiorno
In poco più di sei mesi l’amministrazione comunale ha sub concesso più di 100 immobili demaniali ad un numero ristrettissimo di concessionari grazie al meccanismo di deroga al bando pubblico, ciò ha compromesso le ultime speranze e opportunità di rilancio strategico degli antichi rioni. Quella che avrebbe dovuto essere una procedura eccezionale, dal punto di vista amministrativo, si è trasformata in una ricorrente prassi ordinaria. >> Leggi Tutto
 
Angelo Sanza, il nuovo che avanza
Anna R.G. Rivelli
Cominciamo con uno slogan: la politica cresce con te. Si prega, però, di non fraintendere. Lo slogan, infatti, non vuole significare che la politica sta finalmente trovando la via per arricchirsi di contenuto e di valori e che, con il passare del tempo, sta ritornando a quella primigenia nobiltà che l’ha resa in un passato assai lontano una raffinatissima arte. >> Leggi Tutto
 
Bando Marketing - Spesi 1,5 milioni di Euro nel silenzio assoluto
Luca Braia
Per la prima volta la nostra città, grazie alla passata Amministrazione di Centro Sinistra ed ai fondi PISU, ha avuto la possibilità di investire 1,5 milioni di Euro in comunicazione e promozione finalizzati ad incrementare il vitale settore del Turismo e diffondere Matera sul territorio nazionale e internazionale. A distanza di quasi 2 anni, l’attuale amministrazione, stravolgendo i contenuti del progetto risultato vincente della gara, in deroga alle più elementari regole degli appalti, ha consentito che si terminassero tutte le attività nel silenzio più assoluto. >> Leggi Tutto
 
Le parabole del tutt’apposto! Comincia da qui il Vangelo secondo Vito
Pietro Dommarco Presidente della OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
A parte qualche nota stonata, non mi sembra di aver letto per agenzie e quotidiani, alcuna risposta decisa e concreta all’ultimo discorso del presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo. Le parole del Governatore "texano" risuonano come l’ennesima beffa che siamo costretti a subire, nella complicità generale di un Consiglio Regionale a dir poco tragicomico. Sembra essere ritornati ai tempi della "propaganda utopica dell’isola felice", condita da convinzioni politiche, da un verbo che non trova nessun riscontro nella società reale, oltre che dal tentativo di far passare, sul piano collettivo, l’unicità di questo pensiero. >> Leggi Tutto
 
Riproposto Scanzano Jonico per il deposito unico delle scorie nucleari
Associazione Antinucleare Scanziamo le scorie
In seguito ad alcune dichiarazioni apprese da organi di stampa rispetto all’ipotesi che Scanzano potesse offrire le necessarie garanzie per la sistemazione delle scorie nucleari, l’Associazione esprime sconcerto per lo stato di ignoranza con il quale viene proposta la discussione della riapertura delle centrali elettronucleari. >> Leggi Tutto
 
Il dibattito nel PD lucano
Pietro Iacovone, componente della Direzione del Partito Democratico della Provincia di Matera, interviene nel dibattito sulla situazione del partito con particolare riferimento al recente manifesto-appello dell’associazione Matera 2.0 ed alla posizione espressa dal sen. Bubbico e dall’on. Luongo.
“Il dibattito apertosi nel PD lucano all’indomani dell’apertura della crisi regionale, e che ha visto numerosi interventi da parte di autorevoli esponenti del partito, sta facendo emergere un malcontento strisciante eppure generalizzato tra i dirigenti, gli elettori ed i simpatizzanti del partito, che la risoluzione della stessa crisi non sembra aver definito, bensì contribuito ad alimentare.
>> Leggi Tutto
 
Dai Comuni in polvere, lettera al Presidente De Filippo
Pietro Dommarco
Presidente di OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Egregio Presidente Vito De Filippo,
Le scrivo in seguito alla trasmissione televisiva "Ambiente Italia", andata in onda su Rai Tre, Sabato 24 Gennaio 2009, nella quale si parlava della "gruviera" Basilicata e dell’assurdo binomio Petrolio-Parco Val d’Agri, che ancora oggi si tenta di sostenere. >> Leggi Tutto
 
Parco della Val d’Agri - Veleni nella sorgente Acqua dell’Abete

OLA Organizzazione Lucana Ambientalista - Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini - denuncia l’ennesimo grave inquinamento ambientale nel Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese.
Da varie segnalazioni, fonti giornalistiche locali (Il Giornale di Calvello - Anno 1 n.5 Dicembre 2008) e sopralluoghi effettuati si è constatato che, con provvedimento del NOE (Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri) e del Corpo Forestale dello Stato è stata posta sotto sequestro – in data 28 Novembre 2008 - l’area attrezzata "Acqua dell’Abete", situata nel Comune di Calvello, ad oltre 1200 metri s.l.m. L’area si trova nel perimetro del Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese. >> Leggi Tutto
 
10 anni di effetti collaterali del petrolio in Val D’Agri
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
Con l’inizio del nuovo anno e mentre la Basilicata diventa nei piani delle compagnie e del governatore “hub petrolifero”” e snodo energetico strategico d’Italia e d’Europa con pozzi, centri oli,gasdotti, oleodotti e campi di stoccaggio est-asiatici, la OLA invita i cittadini a rileggere e riflettere sulla serie impressionante di incidenti petroliferi verificatisi negli anni compresi dal 1996 al 2008 durante l’estrazione e il trasporto del greggio. Molti incidenti risultano purtroppo non denunciati e per quelli noti sono in gran parte assenti relazioni ufficiali che dettagliano le cause, la tipologia dell’inquinamento, le sostanze immesse sul suolo, nell’aria, nell’acqua e nei prodotti agricoli e zootecnici esposti a tali sostanze. >> Leggi Tutto
 
Io, eletto alle primarie dalla società civile
Paolo Manicone
La nascita del PD per me è stata una cosa entusiasmante, tanto entusiasmante, da essere eletto negli organismi di Partito sia a livello cittadino che provinciale. Mi entusiasmava il Partito Nuovo, aperto alla società civile, a me, a tutti quelli come me che per più di un anno hanno creduto che qualcosa potesse cambiare. >> Leggi Tutto
 
La Regione gratta e vinci: 1 - I Fondi strutturali
I fondi strutturali hanno come obiettivo primario promuovere lo sviluppo e l’adeguamento strutturale delle regioni arretrate: Campania, Calabria, Puglia, Sardegna, Basilicata e Sicilia.

La parola strutturale significa che dopo gli interventi di spesa nei sei anni di impiego dei fondi ci si aspetta una Regione in condizioni migliori rispetto a quella di partenza.

Qual’è stato il risultato dei 488 milioni e mezzo di Euro spesi dalla Regione Basilicata sul tema (Asse) Risorse Umane, nel periodo 2000-2006 alla luce dei dati forniti dai documenti ufficiali della stessa amministrazione regionale.

>> Leggi Tutto
 
La Regione Gratta e Vinci: 2 - Il Bando assistenza tecnica da 7 milioni di Euro
Affidamento del servizio di Assistenza tecnica alle attività di Programmazione, attuazione e Coordinamento del P.S.R. 2007-2013 della Regione Basilicata. E’ questo il titolo di un bando da 7 milioni di Euro che scade oggi e che sarà affidato ad una azienda vincitrice o a un gruppo di imprese. Il capitolato richiede soltanto il lavoro di 20 persone di cui 16 da impiegare a tempo pieno presso gli uffici regionali.
Il calcolo sui massimali previsti dal Ministero del Lavoro per i servizi richiesti ammonta a poco più di 3 milioni e 700 mila Euro.

In contemporanea un avviso di selezione comparativa per incarichi di consulenza, sempre per servizi di assistenza tecnica, dove la Regione pagherà circa il 50% in meno rispetto caso del bando da 7 milioni di Euro. >> Leggi Tutto
 
Le politiche deleterie del governo in tema di energia
Giambattista Saponaro
Con il decreto legge 185/2008 approvato venerdì 28 novembre dal Governo italiano diventa più difficile usufruire delle detrazioni del 55% su Irpef e Iras per gli interventi di riqualificazione energetica.
Da ieri i privati e le imprese intenzionati a chiedere le detrazioni dovranno inviare una domanda telematica all’agenzia delle Entrate (oltre alla documentazione all’Enea che serviva fino all’approvazione del decreto legge) e sperare che i fondi stanziati non siano ancora terminati ma soprattutto che l’agenzia gli risponda, infatti pare che sia stato introdotto il silenzio dissenzo, cioè se l’agenzia non risponde entro 30 gg equivale ad un no! >> Leggi Tutto
 
La bancarotta della Basilicata
Il servizio pubblicato il 25.11.2008 su Repubblica - di Giampaolo Visetti
La Regione chiusa con un fax
Ferrandina. La remota Baviera pubblica del Sud chiude con un fax. I manager delle multinazionali, in Valbasento, da mesi non vengono più. Comunicano. Poche righe, inviate da qualche ufficio lontano, per spiegare che la crisi del mercato Usa, che [...] "Da oggi a casa".
>> Leggi Tutto
 
Lucania Saudita
Il servizio speciale di SKY TG24 sul petrolio in Basilicata del 16 novembre 2008.

Le testimonianze dei Cittadini, delle Associazioni, dei Sindaci e del Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo.

>> Guarda il filmato
 
Ambiente - Il servizio di TG3 Primo Piano - Parte Prima
La prima parte del servizio TG3 Primo Piano andato in onda il 14 ottobre 2008.

Le testimonianze del primario ematologo dell’ospedale di Taranto, dei lavoratori, degli amministratori. La situazione dalle campagne agli ospedali da Taranto a Lecce. >> Guarda il Filmato
 
Il costo dell’ignoranza
di Anna R. G. Rivelli
Il decreto 137/2008 è ormai legge. La forza dei numeri è prevalsa sulla logica delle parole. La democrazia è sempre un po’ più sbiadita, un po’ più lontana, un po’ più oligarchica.
Tra le nebbie del presente e il futuro in fuga quello che realmente ci rimane è il costo dell’ignoranza di chi occupa posizioni di governo per strategie di partito. La signora Ministro, infatti, è stata resa inattaccabile dal suo essere statua di cera nel museo del comando, marionetta dei luoghi comuni, quota rosa da fiera dell’uguaglianza.
>> Leggi Tutto
 
Le offese dopo le promesse
E’ straordinario come le stesse persone che un anno fa sono state imbottite di promesse dai candidati alle elezioni comunali, oggi, esprimendo una loro testimonianza, quella di chi abita nei quartieri oggetto del servizio, vengono pubblicamente chiamati bugiardi dal sig. Michele Casino, l’attuale assessore all’ambiente della giunta Buccico.

Il fatto ancora più straordinario è che nessuno tra rappresentanti di maggioranza e opposizione abbia speso una parola a favore di questi cittadini pubblicamente offesi. >> Guarda il filmato
 
Ambiente - Il servizio di TG3 Primo Piano - Parte Seconda
La multa di 600 milioni di euro dell’Unione Europea per l’inquinamento prodotto a Taranto.

Le testimonianze di cittadini associazioni, amministratori e del Presidente della Regione Puglia Niki Vendola.

>> Guarda il Filmato
 
Aggiornamento sulla qualità dell’aria nella città di Matera
A seguito dell’avviso circa la cappa maleodorante che abbiamo diffuso il giorno 8 ottobre ci sono pervenute oltre cento conferne attraverso colloqui diretti, per e-mail, per telefono, su quanto è stato segnalato con una distribuzione che va da Venusio fino alle stanze dell’ospedale di S. Maria delle Grazie.
Come aggiornamento vi invitiamo a guardare il video registrato dell’intervento del direttore di Italcementi Matera e un comunicato del Sindaco di Matera. >> Continua
 
Una lettera che aspetta una risposta
Lettera aperta di Antonio Nicastro - Potenza 19 settembre 2008
All’Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata
Oggetto: monitoraggio dell’aria in Basilicata alla luce del D.M. 60 del 2002.

Non è la prima volta che ricorro alla “lettera aperta” per avere notizie dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Basilicata, è evidente che c’è una certa e documentata ritrosia ad interloquire con il cittadino. Gentile Assessore Lei personalmente ha pubblicizzato il Suo sito internet manifestando la volontà di un contatto con i lucani, purtroppo alle parole non seguono i fatti. >> Leggi tutto
 
Avviso importante
Il seguente avviso è riferito a quanto verificatosi dalle ore 24.00 del 7.10.2008 alle 9.00 del 8.10.2008
Questa notte per l’ennesima in diverse zone della città, compresi i Sassi, una cappa maleodorante ha reso l’aria praticamente irrespirabile con un forte e chiaro odore tipico della bruciatura di sostanze plastiche o similari. Ancora questa mattina i residui di questa cappa erano chiaramente avvertibili.
I dati dell’ARPAB relativi alla qualità dell’aria praticamente non dicono nulla. >> Leggi Tutto
 
Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino

Il 7 ottobre 2008 sono ripresi i lavori nel cantiere di S. Agostino.
Al momento riguardano la rimozione del materiale di risulta prodotto dagli sbancamenti dell’ottobre 2006 effettuati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Basilicata per la costruzione del proprio parcheggio.
Per ora non sappiamo perchè sono ripresi i lavori e a cosa siano finalizzati, sta di fatto che, esattamente come abbiamo scritto e ampiamente illustrato in questi 2 anni, sono tornati alla luce gli ipogei del Complesso Monumentale, quella parte che si estende nei giardini e che ne costituisce il naturale accesso. >> Guarda le immagini  |  >> Leggi Tutto
 
La nuova Cava del Sole e il teorema dell’abbandono

Il concerto dello squisito compositore Nicola Piovani ha inaugurato la nuova Cava del Sole.
Un evento molto piacevole che sembra aver fatto vincere la "scommessa" dell’amministrazione comunale. E’ tornato a farsi vivo per la prima volta nelle parole del Sindaco il teorema dell’abbandono e della rinascita del patrimonio. Cerchiamo di capire attraverso le immagini di Mario Cresci e le dichiarazioni del Sindaco se si tratta di una vera rinascita e di vero abbandono. >> Leggi Tutto
 
Cosa rimane del Parco delle Cave

Associazione Mutamenti a Mezzogiorno
Che sarebbe andata così non vi erano dubbi, tutto era abbastanza chiaro a partire dalla fine degli anni ottanta, quando, l’amministrazione Acito in tutta fretta, approvava il progetto di recupero e valorizzazione di alcune aree e manufatti siti nell’attuale parco regionale della murgia materana. L’ipotesi di intervento prevedeva una serie di opere da realizzare in una parte consistente del territorio periurbano noto per la presenza di emergenze ambientali, archeologiche, storiche monumentali e testimoniali di eccezionale valore. >> Leggi Tutto
 
La visita del Ministro Spagnolo agli Affari Culturali Joaquin Manrique Major

Il Ministro agli Affari Culturali dell’Ambasciata di Spagna, Joaquin Manrique Major, ha mantenuto l’impegno espresso durante il Convegno Internazionale di Studi Italia-Spagna, tenutosi presso l’Ateneo di Bari il 9 giugno. E’ venuto a Laterza il 18 luglio con la consorte Maria Cosè, in forma privata, accompagnati dal dottor Pasquale Perrone, guida per i Sassi di Matera ed oriundo laertino, per gustare in anteprima alcune bellezze di Laterza e poi programmare l’incontro ufficiale con le autorità civili e religiose del paese. >> Leggi Tutto
 
La storia degli ex precari dell’Apt Basilicata
11 luglio 2008. L’Apt Basilicata pubblica un bando per la formulazione di una long list di esperti ai quali affidare consulenze e collaborazioni varie. Niente di nuovo. Si ripropone per l’Ente un vecchio problema: come rinnovare, poiché scaduti, gli incarichi a pseudo esperti e consulenti che lautamente remunerati, negli ultimi due anni, hanno fatto della Basilicata una regione "da mettere in scena perché ancora inedita". >> Leggi Tutto
 
Il Campus che non c’è

Lettera aperta al Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo, al Rettore dell’Università della Basilicata Antonio Tamburro, all’Assessore Regionale alle OO.PP. Innocenzo Loguercio, al Sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico
Egregi Signori, abbiamo la netta sensazione che la vicenda del Campus Universitario di Matera si vada configurando allo stesso modo della sempre annunciata e mai realizzata ferrovia dello Stato. >> Leggi Tutto
 
Salvate il soldato Casino

Un gruppo di ricercatori francesi del CNRS, il Centro di ecologia funzionale ed evolutiva a Montpellier, guidati da Pierre-Olivier Cheptou, ha pubblicato una studio che riguarda la radichella di terrasanta o Crepis Sancta. Si tratta di quel fiorellino giallo che cresce spontaneamente e vediamo in tutte le aiuole della città che ha sviluppato una eccezionale capacità di sopravvivenza adattandosi all’ambiente urbano. Purtroppo, è scientificamente provato che i titanici sforzi dell’assessore Casino che sfalcia personalmente le aiuole di Matera sono praticamente inutili.
Nella nicchia ecologica e biodiversa di Matera, a causa dell’evoluzione da giunta di sinistra a giunta di destra di alto profilo, in meno di un anno si assiste allo spettacolare fenomeno della trasformazione degli assessori in addetti di alto profilo allo sfalcio dell’erba. >> Leggi Tutto
 
La giornata mondiale della Biodiversità

"Se l’ape scompare dalla faccia del pianeta, all’uomo rimarrebbero sono quattro anni di vita. Niente api, niente impollinazione, niente piante, niente animali, niente uomo". Albert Einstein.
Nella parte orientale degli Stati Uniti, è scomparso il 70% per cento delle api.
Ieri 22 maggio 2008, si è celebrata la Giornata Mondiale della Biodiversità istituita dalle Nazioni Unite. Il Segretario Generale della Convenzione ONU per la Biodiversità a Bonn ha illustrato chiaramente per quale motivo il drastico aumento dei costi dei generi alimentari di prima necessità sia legato alla perdita della biodiversità e ai cambiamenti climatici che stanno mettendo in ginocchio ricchi e poveri senza alcuna distinzione. >> Leggi Tutto
 
La Gravina di Matera l’acqua e l’UNESCO

L’Associazione Mutamenti a Mezzogiorno presenta un breve rapporto sullo stato di salute della Gravina di Matera e Iesce nel Parco Regionale della Murgia materana.

L’acqua fonte vitale, un bene comune che appartiene a tutti. A tutti deve essere consentito l’uso.
A nessuno deve essere concesso di inquinarla e sprecarla. I contadini e i pastori l’hanno sempre saputo. L’acqua naturalmente non è più la stessa. Nessun territorio viene risparmiato. Anche i luoghi più protetti del Bel Paese, sotto il profilo normativo, subiscono la stessa sorte. La Gravina di Matera è parte integrante del patrimonio naturalistico e culturale riconosciuto dall’Unesco. Un territorio autentico di valore eccezionale. >> Leggi Tutto
 
Uno Stato di carta

Con la proposizione della variante - progetto definitivo recante - "Riqualificazione area antistante il convento e recupero locali ipogei" (perizia n. 4/2008 del 18 gennaio 2008), la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Basilicata ha ulteriormente spinto oltre ogni possibile immaginazione il livello patologico della vicenda del Complesso Monumentale di S. Agostino emersa alla ribalta nazionale con il progetto "Recupero locali ipogei e realizzazione parcheggio" (perizia 244/02 del 20.12.2008) i cui lavori sono stati bloccati il 2 novembre 2006 per intervento diretto dei massimi responsabili istituzionali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, lavori con cui la stessa amministrazione aveva già prodotto un danno enorme al patrimonio storico e culturale della Città di Matera. >> Leggi Tutto
 
Parcheggi delle Soprintendenze - Il Giardino delle Ex Scuderie Reali a Firenze

I cittadini del Comitato Bobolino di Firenze ci inviano una lettera segnalando un caso analogo a quello di S. Agostino nei Sassi di Matera. >> Leggi Tutto
 
S. Agostino - Le origini del Complesso Monumentale

I documenti dell’Archivio di Stato che attestano l’origine del Complesso che viene costruito intorno alla Chiesa Rupestre di San Giuliano. Una Chiesa anche accessibile la cui importanza non viene raccontata da nessuno, descritta invece come Cripta di S. Guglielmo frutto di un errore storico che si propaga dal 1818. >> Leggi Tutto
 
Il ritorno al nucleare

Il 13 febbraio 2008 il forzista Cosimo Ventucci da Sezze (Latina) aveva anticipato tutto a proposito delle scelte in tema di energia annunciate da Berlusconi il 29 febbraio con la presentazione del programma elettorale. Ventucci parla di visioni apocalittiche e terrorismo psicologico in merito alla non realizzazione del sito unico delle scorie nucleari a Scanzano Jonico. Una cosa che non hanno mai digerito. La barzelletta del ritorno al nucleare di Berlusconi, l’opposto delle dichiarazioni del Premio Nobel per la Fisica Carlo Rubbia rimosso dall’incarico di Presidente dell’ENEA nel 2005 dal governo Berlusconi.  >> Leggi Tutto
 
M’illumino di Storia - Gli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto

Basterebbero poche attenzioni verso alcuni aspetti oggi totalmente accantonati per comprendere ancora meglio l’importanza degli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto e più in generale dei Sassi di Matera. Basterebbe leggere due pagine della Cronologia della Città di Matera di Gianfranco De Blasiis scritta nell’anno 1635 (pagine 4 e 5 - Archivio di Stato - Matera).
Il De Blasiis non parla di un luogo qualunque, parla di perfezione. >> Leggi Tutto
 
Il Sottosegretario Mazzonis a Matera
Nell’incontro IO MATERA - I BENI CULTURALI E LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI tenutosi giovedì 15 marzo 2007 a Matera la Dott.ssa Danielle Mazzonis, Sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ha ufficialmente annunciato che il parcheggio o l’autorimessa interrata prevista nel progetto del Ministero inerente il Complesso Monumentale di S. Agostino non si farà. >> Leggi Tutto
 
Palazzo Venusio

Oggi 19 gennaio 2007 è stata emessa dall’Amministrazione Comunale di Matera l’ordinanza per la demolizione dell’ascensore recentemente costruito per Palazzo Venusio.
Il Sindaco di Matera Avv. Michele Porcari ha dichiarato in un comunicato stampa 
"I tentativi di abuso edilizio nei Sassi non verranno consentiti".
- aggiungendo nello stesso comunicato - "Non è atto straordinario, ma un normale iter della pratica avviata nel gennaio 2006 con un’ordinanza di sospensione che fu emessa dal Comune e la cui ipotesi di condono è stata rigettata in questi giorni. Conseguentemente abbiamo provveduto ad emanare l’ordinanza di demolizione. La demolizione dell’ascensore ribadisce l’intenzione dell’Amministrazione Comunale di non consentire interventi che non siano conformi agli strumenti urbanistici e che non rispettino le politiche di sviluppo sostenibile della città".
>> Leggi Tutto
I nuovi sbancamenti a S. Agostino
Il video dei lavori in corso a S. Agostino, le trivellazioni e gli sbancamenti dal 22 al 24 ottobre.

>> Guarda il video
C’era una volta Matera - La Madonna dell’Idris
Frutto della monumentale e profonda conoscenza del patrimonio, noto in tutto il mondo tranne agli amministratori e ai "tecnici" della città in cui esiste, l’amministrazione comunale ha ultimato un nuovo magistrale capitolo della propria missione C’era una volta Matera: il luogo più fotografato e presente nella storia cinematografica della città: la Madonna dell’Idris >> Leggi Tutto
Poster e nuovi gioelli
Di turisti ad agosto se ne sono visti pochi quest’anno.
Quei pochi, come tutti i turisti, cercavano una foto da portare a casa di angoli e panorami di cui forse avevano sentito parlare. Al Comune di Matera in molte stanze vi sono numerosi poster con immagini oramai vecchie dei Sassi e dei tanti luoghi della Città che necessitano di essere sostituite dalle quelle più attuali e reali che vi mostriamo. >> Guarda le immagini
13.05.2008 - Comune di Matera - Verifiche e controlli nei Sassi 13.05.2008 - Comune di Matera - Verifiche e controlli nei Sassi
Immagini cantiere di S. Agostino

Ultimo aggiornamento 03.11.2008
Le immagini giorno per giorno sui lavori in corso a S. Agostino. >> Guarda le immagini
La Chiesa Rupestre di S. Giuliano

Il rapporto della figura di San Giuliano l’Ospitaliere con Matera, i dipinti della Chiesa Rupestre mai menzionati o decodificati nonostante l’accessibilità alla stessa dalla Chiesa di S. Agostino, il culto e la leggenda del Santo diffuso a partire dal XII secolo e accolta entusiasticamente dal popolo. >> Leggi Tutto
Mobilità - Scene di ordinaria follia

Percorriamo tutti i Sassi per vedere cosa significa per un turista visitare oggi Matera.
Iniziamo da quello che ha potuto vedere un gruppo di turisti tedeschi in Via dei Fiorentini venerdì 16 maggio 2008, vedremo anche la situazione durante la manifestazione del Trend Expo 2008.
>> Guarda le immagini
Non avrai altro Dio al di fuori del cemento

Guarda i lavori di riqualificazione dei percorsi turistici in corso effettuati dal Comune di Matera in Via Madonna delle Virtù e confrontalo con quanto stabilito dalle norme. >> Leggi Tutto
Piazza S. Pietro Caveoso

Il desolante aspetto della trasformazione subita da Piazza S. Pietro Caveoso dopo i lavori conclusi a fine agosto 2007 finanziati dai fondi PISU e condotti dal Comune di Matera a seguito della rimozione e sostituzione della pavimentazione originale.
>> Guarda le immagini
Sviluppo Italia

Il cantiere di Sviluppo Italia tra Recinto San Nicola del Sole e Via Civita.
Il cartello lavori recita: Lavori di recupero, restauro e ristrutturazione per la realizzazione di un centro di servizi alle imprese. Il centro di servizi alle imprese nasce in uno dei luoghi meno accessibili nei Sassi di Matera. Sviluppo Italia fa capo al Ministero dello Sviluppo Economico.
>> Guarda le immagini
Calata Ridola

Un report fotografico di Calata Ridola, i crolli del 6 marzo 2008, immagini dei luoghi che si incontra scendendo verso Via Bruno Buozzi. >> Guarda le immagini
MAPPA DEL SITO
RETE SOCIALE
 •  S. Agostino
 •  Osservatorio Sassi di Matera
 •  Ipogei Piazza Vittorio Veneto
 •  Il Parco delle Cave
 •  Osservatorio Beni Culturali
 •  Ambiente
 •  Turismo
 •  Amministrazione Comunale
 •  Osservatorio Regione Basilicata
 •  No Nuke
 •  Scuola e Università
 •  Solidarietà
 •  Innovazione e Sviluppo
 •  Regolamento Urbanistico
 •  Osservatorio Politico
 •  Dossier Fondi Pubblici
 •  Lontani da un Paese normale
 •  Matera Cambia
MATERA
 •  S. Agostino - Lo scempio
 •  Ipogei di Piazza Vittorio Veneto
 •  Beni Culturali - Anno Zero
 •  Palazzo Venusio
 •  Matera Dossier
 •  La città che vogliamo
 •  I politici di Matera
 •  La Vergogna Nazionale
 •  Sviluppo urbano
 •  Iniziative per Matera
CULTURA
 •  Mostre
 •  Cinema
 •  Musica
 •  Teatro
 •  Letteratura
 •  Libri
 •  Fotografia
 •  Tradizioni
 •  Eventi
 •  Ambiente
 •  Web
 •  Sassi Kult nel web
FORUM
 •  La città che vogliamo
 •  Beni Culturali - Anno Zero
 •  Ipogei di Piazza Vittorio Veneto
 •  La vicenda di S. Agostino
 •  La Vergogna Nazionale
 •  Cultura
 •  Palazzo Venusio
 •  Indice dei Forum
 •  Regolamento del Forum
PARTECIPA
 •  Lettere a Sassi Kult
 •  Comunicati Stampa
 •  Iniziative Consiglieri Comunali
 •  Sondaggi
 •  Regolamento Sondaggi
 
     
HOME  |  RETE SOCIALE   |  MATERA  |  CULTURA  |  FORUM  |  PARTECIPA  |  VIDEO www.sassikult.it