SASSI KULT MATERA
 Cerca nel sito
 Iscriviti alla Newsletter
HOME   |   RETE SOCIALE   |   MATERA   |   CULTURA   |   FORUM   |   PARTECIPA   |   VIDEO CONTATTI
 
 INVIA PAGINA  
   
MENU' DEL SITO
Compila i campi del modulo e clicca sul tasto SPEDISCI.
La pagina verrā inviata via email, con l'eventuale messaggio, sia all'indirizzo del destinatario sia alla tua email.
 
OggettoAmministrazione Comunale
La Tua Email * Email destinatario *
Messaggio (facoltativo)
 
LA PAGINA CHE STAI INVIANDO
 
Amministrazione Comunale 06/07/2022
Giuseppe Carbone Consigliere Comunale Terranova di Pollino - Comunicato stampa

Nei mesi che precedono la data delle elezioni amministrative sindaci e assessori si lasciano prendere da un attivismo irrefrenabile. Vogliono recuperare il tempo perduto e si lanciano alla conquista dei consensi. Ma quello che sta succedendo nel Comune di Terranova di Pollino ha dell’incredibile.

Nella sola seduta dell’otto aprile scorso, a due mesi dal voto, l’aitante giovane sindaco PD Golia Vincenzo e due assessori presenti su quattro, hanno adottato deliberati per assumere 23 persone e dare 15 incarichi professionali a tecnici esterni.

Per la gestione degli interventi connessi agli eventi sismici, con la delibera n. 40 sono stati assunti due geometri per otto mesi, con un compenso di 6.400 euro. Uno di questi è parente di consigliere di maggioranza. Senza alcun avviso pubblico, come previsto dal decreto legislativo n.163/2006, e come correttamente hanno deliberato altre amministrazioni comunali.
Erano quattro i tecnici convenzionati con il Comune di Terranova di Pollino sino al giugno 2008 . Due sono stati comvemzionatii e due sono stati esclusi, perché non si sono schierati con la lista del sindaco, ma con quella contraria.

Il giovane sindaco PD Golia segue il vecchio principio del podestà: Tu non sei con me e allora non ti assumo!

Sempre con i fondi del terremoto, con il deliberato n. 42, la Giunta ha demandato a una agenzia di fornitura di lavoro temporaneo di assumere due ragionieri. In paese tutti già sanno i nomi delle due donne fortunate, parenti naturalmente di consigliere e di candidato nella lista del sindaco.

Ma il capolavoro è la delibera n. 44. La Giunta Comunale con un sol colpo decide di assumere ben 19 unità lavorative: tre autisti, due mesi ciascuno, per un servizio di trasporto turistico; quattro operai , un mese e mezzo ciascuno, per la gestione di siti turistici; dieci guardie per 15 giorni ciascuno nella vigilanza del territorio; due impiegati, un mese ciascuno, nella gestione di un ufficio turistico.

La somma di 60.000 euro, occorrente per tutte queste assunzioni temporanee pre-elettorali, è stata stornata dai 333.000 euro, provenienti dal Progetto Senisese, destinati ad un’opera pubblica.

Poiché in paese gia circolano i nomi di quasi tutti i fortunati, nasce il sospetto che il sindaco abbia già comunicato all’agenzia di fornitura di lavoro temporaneo l’elenco delle 19 persone da inserire nella lista.

Così il sindaco Golia , in piena campagna elettorale, può andare per le case e assicurare i suoi elettori ai quali ha promesso le assunzioni. Poiché non tutte saranno effettuate prima della data delle elezioni, può promettere anche ad altri lo stesso lavoro temporaneo. Alla spregiudicatezza aggiunge anche menzogne spudorate, senza essere minimamente sfiorato dal dubbio che potrebbe trattarsi di un vero scambio di voto.

Infatti si chiede il voto in cambio di una assunzione temporanea, che dà diritto a un compenso da un minimo di cinquecento ad un massimo di tremila euro.

Con la delibera di Giunta n.47, sempre dell’otto aprile ed esposta all’albo il sedici, il Sindaco ha attuato lo stesso metodo nei riguardi dei tecnici.

A Terranova di Pollino, per l’incapacità dei professionisti ad aggregarsi in studi associati, sono proliferati numerosi studi individuali: dieci di geometri, quattro di ingegneri, quattro di architetti e due di geologi.
Anche per loro la vita è grama in questo periodo di crisi. Allora il nostro podestà con la delibera n.47 ha raggruppato i pochi lavori pubblici , ha spezzettato gli incarichi professionali e in piena campagna elettorale dà direttive per conferire quindici incarichi professionali a tecnici esterni.
C’è un aggravio di spese per il Comune, che ha un Ufficio Tecnico dotato di dirigente architetto e due geometri.

Ma il Sindaco, consapevole che è stato abbandonato da quasi la metà dei suoi elettori delusi, si lancia ad un vano recupero di consensi, utilizzando il denaro pubblico in modo improprio, e, forse, come un vero scambio di voti.

5 maggio 2009
Giuseppe Carbone
Consigliere Comunale Terranova di Pollino
     
 
 
 
 
   
RETE SOCIALE
MATERA
CULTURA
FORUM
PARTECIPA
 
 
www.sassikult.it