SASSI KULT MATERA
 Cerca nel sito
 Iscriviti alla Newsletter
HOME   |   RETE SOCIALE   |   MATERA   |   CULTURA   |   FORUM   |   PARTECIPA   |   VIDEO CONTATTI
 
 INVIA PAGINA  
   
MENU' DEL SITO
Compila i campi del modulo e clicca sul tasto SPEDISCI.
La pagina verrà inviata via email, con l'eventuale messaggio, sia all'indirizzo del destinatario sia alla tua email.
 
OggettoAmbiente
La Tua Email * Email destinatario *
Messaggio (facoltativo)
 
LA PAGINA CHE STAI INVIANDO
 
Ambiente 06/07/2022
OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
In seguito alle dichiarazioni del Sindaco di Ferrandina, Raffaele Domenico Ricchiuti, rilasciate nell’edizione serale del Tg3 Basilicata, in data 14 Gennaio 2009, la OLA (Organizzazione Lucana Ambientalista) - Coordinamento apartitico territoriale di Associazioni, Comitati, Movimenti e Cittadini - intende ritornare perentoriamente sulla questione del progetto Geogastock Spa.

Nel sopraccitato servizio televisivo, il primo cittadino ferrandinese rivela che, la prossima settimana, verrà rilasciato parere favorevole VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) per lo stoccaggio di Gas in Val Basento. E fin qui tutto relativamente nella norma, se non fosse che il Sig. Ricchiuti, qualche mese dopo la sua elezione - chiamato in causa dalla nostra Organizzazione con un comunicato a mezzo stampa – rispondeva tramite posta elettronica ed in analoghe interviste televisive, di non essere al corrente di nulla.

Oggi, invece, afferma di aver avuto contatti, fin dal 2007, con l’Amministratore della Geogastock Spa. Siamo di fronte ad un episodio gravissimo che dimostra la falsità e le contraddittorietà delle posizioni del Sindaco di Ferrandina che, in un primo momento, si è dichiarato estraneo alle vicenda perché evidentemente agli inizi gli era stato offerto solo lo “zampone”, ora invece, si prospettano anche le “lenticchie”. Non è un caso che ora si avanzino richieste di royalties.

La OLA, alla luce dei nuovi fatti, ribadisce ulteriormente la netta contrarietà allo Stoccaggio di gas in Val Basento e al progetto della Geogastock Spa, "pensato" in spregio alla salute dei cittadini e dell’ambiente. Inoltre, intendiamo sottolineare come l’Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata, Vincenzo Santochirico – a tempo debito - assicurò il coinvolgimento degli Enti locali e delle comunità.

Pertanto, chiediamo la convocazione urgente di un Consiglio Comunale aperto sullo questione, nel quale vengano chiamate a discuterne tutte le Comunità della Val Basento, vera e propria "bomba ecologica", a causa di centrali, impianti di rifiuti, inceneritori, smaltimento illegale di rifiuti pericolosi e megadiscariche di rifiuti tossico-nocivi, così come le indagini della Magistratura stanno evidenziando.

L’unica nota positiva, se volessimo considerarla tale, è che sulla questione non decidono certo le Amministrazioni locali (brave, però, ad adoperarsi in pressioni politiche di ogni sorta), notoriamente paragonabili – in Basilicata - a quei miserabili che si accontentano di un piatto di lenticchie.

OLA - Organizzazione Lucana Ambientalista
     
 
 
 
 
   
RETE SOCIALE
MATERA
CULTURA
FORUM
PARTECIPA
 
 
www.sassikult.it